Category: Curiosità

Come passare un weekend romantico in Sardegna

Vi voglio raccontare la mia esperienza relativa ad un week end romantico in Sardegna con il mio ragazzo presso il THotel di Cagliari, un’esperienza che consiglio e che rifarei molto presto.

Il mio week end

Arrivato in loco verso le 15 del sabato: alla reception siamo stati accolti in modo molto coinvolgente, la ragazza ci ha dato la tessera della stanza. Entriamo in stanza ci cambiamo e corriamo a fare il percorso benessere presso la SPA.

Musica rilassante e silenzio generale ci hanno permesse una facile ambientazione e un rilassamento molto profondo. Ottima l’esperienza di cromoterapia della doccia emozionale, da ripetere anche questa.

In Sardegna esistono molti posti e molte strutture dove passare un weekend romantico, ma quello passato al THotel ci resterà nel cuore perché ci ha permesso di stare bene, mangiare bene e concederci del tempo per noi stessi.

La cena

Finito il percorso relax, andiamo a mangiare al ristorante dell’hotel: anche questa è stata una bella esperienza. Abbiamo scelto il menù a base di pesce, con lo spumantino finale che ci sta sempre. Un bell’arrivo presso la struttura, bel relax presso la SPA e un’ottima cena nel ristorante: cosa volere di più?

La nottata è stata positiva, il letto comodo, la temperatura ottimale; abbiamo dormito davvero bene. L’indomani abbondante colazione e abbiamo subito fatto un giro per la città di Cagliari, sempre bella e sempre accogliente. Abbiamo visitato il bastione di Saint Remy, la Marina, il Porto fino alla Chiesa di Bonaria, passando per la Via Roma e i suoi famosi portici.

In sintesi

Tirando le somme è stato un bel weekend romantico in compagnia del mio Luca, un’esperienza positiva che consiglio a tutti varie volte all’anno. Non dobbiamo dimenticarci di dedicare del tempo a noi stessi, alla nostra anima e al nostro relax personale perché se stiamo bene con noi stessi affronteremo tutto nel migliore dei modi.

Stazione metropolitana di Toledo: la più bella d’Europa

Toledo, nel quartiere San Giuseppe, è la stazione della linea 1 della metro di Napoli che si trova tra le fermate Municipio e Dante. Fa parte del circuito delle Stazioni dell’Arte della Metropolitana ideato dal Comune di Napoli già nel 1996 ed è stata definita la stazione metro più bella d’Europa in due classifiche redatte dal Daily Telegraph e dalla CNN. Ha vinto inoltre altri premi internazionali quali il Public building of the year nel 2013 e l’Oscar delle opere in sotterraneo nel 2015, nella categoria Uso innovativo dello spazio.

È stata progettata dall’architetto Óscar Tusquets, che ne ha fatto un vero e proprio museo giocando con tre colori fondamentali: il blu a rappresentare il mare, il nero la terra e l’ocra il tufo vulcanico, la pietra partenopea per eccellenza. È entrata in funzione a Settembre 2012, leggermente in ritardo sui tempi preventivati a causa di problemi dovuti alla presenza della falda acquifera sottostante.

Insieme alla realizzazione della stazione sotterranea, è stata portata avanti una completa riqualificazione dell’aerea circostante in superficie per ottenere un risultato armonico e di continuità tra il sopra e il sotto.

In via Diaz, in corrispondenza dell’ingresso alla stazione, sono presenti tre lucernari esagonali rivestiti di piastrelle blu che hanno il compito di dare luce all’atrio sottostante. Sempre in via Diaz è stata posizionata la statua dello scultore William Kentridge intitolata Il cavaliere di Toledo.

All’interno colpiscono i due mosaici realizzati da Costantino Aureliano Buccolieri. Il primo si trova in corrispondenza del mezzanino della stazione e riproduce una tipica scena napoletana con tante persone in primo piano e sullo sfondo il Vesuvio e alcune cartine topografiche della città.

Scendendo le scale mobili si incontra il secondo mosaico, raffigurante due persone che tirano e spingono rispettivamente un carretto carico di oggetti che rappresentano la repubblica napoletana, ed un gatto riprodotto pari pari dai mosaici pompeiani.

Passando da un piano all’altro si nota il cambiamento del colore predominante, ocra più in alto e blu più sotto. Il richiamo all’acqua è evidente, anche grazie al pilastro realizzato a guisa di zampillo di fontana.

Scendendo verso i binari, sotto la volta a mosaico, il riferimento all’acqua si fa ancora più marcato: i corridoi sono infatti ricoperti da decine di pannelli lenticolari su cui si muovono le onde del mare. Un effetto davvero spettacolare.

Il corridoio di uscita verso largo Montecalvario è invece decorato da grandi pannelli con foto di Oliviero Toscani. Scattate in vari luoghi del centro storico di Napoli a persone che si sono rese volontariamente disponibili come modelli, rientrano nel progetto Razza Umana/Italia realizzato dal famoso fotografo.

Insomma, siamo sicuramente di fronte, più che a una comune stazione della metro, ad una vera e propria opera d’arte studiata per catturare e meravigliare il viaggiatore ed avvolgerlo in un ambiente coinvolgente e rilassante allo stesso tempo. È una stazione slow, da vivere con calma, senza frenesia e senza affrettare il passo, in perfetta simbiosi con la filosofia di vita partenopea.

Se vi trovate a Napoli dovete assolutamente prendere la metro solo per ammirare questa meraviglia sopra e sotto il suolo. Per maggiori approfondimenti su questo argomento, clicca qui.

 

Maschere di Halloween: come essere i più originali

vestiti originali da indossare ad Halloween

La festa del travestimento Horror

 

In che cosa avete deciso di mascherarti quest’anno? In scheletro, zombie, Dracula, o meglio ancora in Frankestein?

Qualunque travestimento voi scegliate, sarete sicuramente perfetti per la notte più affascinante dell’anno che cade il 31 Ottobre.

Anche se tradizionalmente questa festa non ci appartiene, è diventata ormai parte del nostro patrimonio festaiolo, dove ci si può divertire con maschere di ogni forma e genere, ma soprattutto che siano originali e spaventose.

Perché, si sa,la festa di Halloween, conosciuta anche come la festa delle streghe, non lascia spazio all’allegria o a maschere divertenti come il nostro classico Carnevale, piuttosto potete dar vita a tutte le vostre idee più terrificanti.

 

Come mascherarsi ad Halloween e non essere banali

 

vestiti per Halloween per bambini e adultiFra le tante maschere che si possono scegliere di indossare ad Halloween, vengono subito in mente le tradizionali, come quelle di Dracula o vampiri, zombies e quanto altro sia ormai considerato un “classico” del travestimento horror.

Ma se volete stupire tutti e dare un tocco di originalità in più al vostro costume, potrete anche fare da voi e creare da soli un travestimento che sia horror ma che non sia stato già troppo visto.

Per esempio potreste dare sfogo alla vostra fantasia travestendovi da personaggi che popolano i film dell’horror e del dark come quelli di Tim Burton.

Da La sposa cadavere a Nightmare before Christmas per non dimenticare Spleepy Hallow c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

 

Maschere di Halloween fai da te e quelli negli store

Se avete manualità e dimestichezza con il cucito potreste confezionare da voi il vostro costume.

Ad Esempio quello di Emily ne La sposa cadavere potrebbe nascere da un vecchio abito da sposa, reso lacero con strappi e fiori secchi qua e là che lo decorano alla perfezione.

Se vi affascina Alice in Wonderland creare un abito vintage e dark è semplice, basta procurarsi abiti nei mercatini dell’usato, guanti in pizzo e un trucco trascurato per dare quel tocco di horror e fascino quanto basta per non passare inosservati.

Se non siete esperti con la manualità potrete anche rivolgervi a uno store online, come Costumihalloween.eu dove è possibile trovare tutto ciò che vi serve per cambiare il vostro look.

Da Pennywise, famoso clown del film It, a Hannibal, alla tutina gialla della sposa in Kill Bill, potrete davvero sbizzarrirvi con una spesa accessibile a tutti partendo da un minimo di 30.00 euro a un massimo di 80.00 euro.

Bologna Business School: MBA o EMBA ?

La ricerca e lo sviluppo delle proprie capacità manageriali è impresa ardua qualora non si scegliesse il giusto corso di specializzazione. Qui di seguito esaminiamo le differenze tra MBA e EMBA proposti dalla Bologna Business School.

MBA

L’MBA è un percorso altamente specializzato nell’ambito della Business Administration. Il programma è rivolto a tutti gli studenti con aspirazioni manageriali. Il fulcro del master è indirizzare il futuro manager verso un approccio internazionale rimanendo però fedele ai capisaldi italiani, da sempre simbolo del made in Italy nel mondo.

mba

L’approccio internazionale è dato dall’organico docente italiano ed estero, il cui background eterogeneo fortifica il bagaglio culturale acquisito dagli studenti; inoltre la lingua inglese è l’unica lingua, ciò è necessario per migliorare le qualità orali e scritte degli specializzandi.

Il master ha una durata di 12 mesi full-time e si divide in 3 moduli:

  • General management
  • Un corso di specializzazione a scelta tra sei opzioni (“Corporate Finance” per i manager di piccole e medie imprese, “Design, Fashion and Luxury Goods” per chi ha spiccate capacità nel settore moda e beni di lusso, “Food & Wine” che come suggerisce il nome è incentrato sulla gastronomia e l’enologia, “International Processes” per chi desidera collaborare attivamente agli scambi globali dell’azienda, “Mechanics & Automation” è il corso che forma approfonditamente i nuovi manager dell’industria manifatturiera e meccanica, infine il “Sustainable Business” che volge lo sguardo al green e all’ecocompatibile).
  • Un tirocinio pratico di 500 ore in un’impresa o azienda per implementare la preparazione del futuro manager.

EMBA: Executive Master in Business Administration

L’EMBA nasce in seguito all’esigenza di manager, imprenditori e professionisti di ampliare la propria conoscenza, migliorare le proprie abilità e aumentare le proprie chance di carriera.

Il corso è strutturato, in virtù delle necessità lavorative, con orari part-time e agevolazioni per chi abita lontano. Le lezioni vengono tenute durante il weekend, in sede e sulle piattaforme online. I docenti italiani e stranieri sono tutti manager e imprenditori di successo, utilizzano come lingue principali l’italiano e l’inglese per stimolare i propri studenti a migliorare la proprietà di linguaggio.

La durata dell’EMBA è di 15 mesi (44 giornate in totale) e si suddivide in 10 corsi core (tra questi Operations and Supply Chain, Performance Management Systems, Corporate Finance, Global Strategy, ecc), che si propongono l’obiettivo di implementare le competenze basic del manager lasciandogli opportunità di studio in aula e online, individuale e di gruppo.

Ai corsi vanno aggiunte le sessioni Inspirational & Motivational, per accrescere ed esaltare le doti di leadership dello studente. I partecipanti avranno inoltre l’occasione di approfondire 3 tematiche dei corsi core, coerentemente con l’area di interesse e le eventuali lacune.

Executive MBA

Un Executive MBA è la scelta ovvia per l’imprenditore e il manager alla ricerca di nuovi stimoli e un’occasione per consolidare la propria esperienza. L’età media dei partecipanti è di 39 anni, solitamente professionisti in carriera che decidono di confrontarsi con altri professionisti ed eccellenze per aggiornarsi e crescere professionalmente. Molto spesso questa formazione è il culmine del bagaglio personale del manager, la cui carriera raggiungerà l’apice dopo questo traguardo.

Quale MBA o EMBA scegliere?

Il partecipante ha la totale libertà di scelta ma è consigliabile leggere dettagliatamente i programmi delle varie scuole e università, inoltre bisogna controllare che il master abbia l’accreditamento ASFOR.

Diffusore oli essenziali: come scegliere quelli di qualità

I diffusori di oli essenziali non sono tutti uguali, così come non lo sono le essenze usate al loro interno. In commercio infatti si possono trovare diversi tipi di profumatori e di fragranze e la scelta va fatta in modo accurato. Non si tratta solo di una questione di gusti.

Diffusore oli essenziali: qualità al miglior prezzo online

Quando la differenza di prezzo di un diffusore di oli essenziali o di un altro è notevole probabilmente la ragione va ricercata nelle materie prime usate, fattore tutt’altro che secondario. Il miglior compromesso qualità prezzo si trova con le offerte online. Il prezzo delle essenze profumate dipende poi anche dal tipo di fragranza e dal metodo di estrazione. In linea di massima infatti si può notare che la rosa e il gelsomino mediamente più costose e pregiate. Come è intuitivo la regola è che più è facile l’estrazione e minore sarà il costo. Per rendersi conto se il prezzo che appare alto è quindi giustificato da queste motivazioni è consigliabile leggere l’etichetta del prodotto che deve riportare il nome scientifico e quello comune della pianta e il luogo di provenienza. I più esperti possono documentarsi sulla tecnica e l’anno di estrazione, tutti fattori che incidono sulla purezza del prodotto.

Oli essenziali e scadenza: come conservarli e farli durare più a lungo

Un altro elemento importante è la data di scadenza: si perché, anche se non tutti lo sanno, anche gli oli essenziali per diffusori sono sottoposti ad un termine di scadenza. Dopo quella data non garantiscono la stessa freschezza e durata nella profumazione. Per poter far durare più a lungo e intatta la fragranza si consiglia di tenere i recipienti in un posto asciutto e ombreggiato. Da evitare l’esposizione diretta al sole e le alte temperature. Se conservati nel modo giusto e con una temperatura media ottimale di circa 20 gradi, gli oli essenziali in boccetta possono durare anche anni. Anche da questo punto di vista però dobbiamo fare delle differenze in base agli ingredienti: gli oli essenziali per diffusori agli agrumi ad esempio tendono ad ossidarsi più velocemente rispetto ad altre fragranze floreali.

10 curiosità sul sesso che spesso sottovaluti

Spesso e volentieri ci si dimentica dei piccoli dettagli sul sesso che, effettivamente, non fanno altro che rendere migliore il rapporto.
Ecco queste curiosità.

Con gli sconosciuti è intenso

Il rapporto sessuale con una persona completamente sconosciuta risulta essere maggiormente intenso: questo proprio perché non si conosce quella persona ed il mistero e la voglia di scoprire tende ad essere maggiormente elevata rispetto al rapporto consumato con una persona con la quale si ha un rapporto stabile.

Il pericolo aumenta il piacere

Il pericolo di essere scoperti da altre persone, mentre si consuma il rapporto sessuale, risulta essere un motivo per il quale, il rapporto, riesce ad essere maggiormente intenso.
La sensazione di essere scoperti eccita quindi una persona al tal punto da renderla maggiormente eccitata e vogliosa.

Il sesso è migliore se improvviso

Gli attacchi di passione improvvisi riescono a rendere il rapporto sessuale migliore sotto ogni punto di vista, soprattutto se il partner non è abituato a tali situazioni, che riescono appunto a rendere il rapporto intenso e maggiormente piacevole.

Da dietro piace alle donne

Alle donne piace tantissimo il rapporto sessuale anale anche se, per motivi di vergogna e soprattutto di paura, non cercheranno mai di proporre tale tipologia di rapporto al partner.

Il sesso col capo è un sogno di tutti

Il rapporto sessuale col capo, ovvero quella figura di potere che sembra irraggiungibile, rappresenta il sogno erotico di quasi tutte le persone, soprattutto se il capo è una persona antipatica ed arrogante.

Il sesso fa bene a tutto il corpo

Il sesso riesce a regalare sensazioni di piacere ad ogni parte del corpo: inoltre è un rimedio naturale contro stress, rughe ed aiuta a perdere peso in maniera rapida e costante.

Il cuckhold è ormai una moda

Molti uomini si eccitano nel vedere la propria partner che consuma un rapporto sessuale con altri uomini: tale tipologia di rapporto è divenuta molto diffusa in tutta Italia e sono sempre di più le persone che decidono di praticare questo rapporto con grande frequenza.

Chi è felice non tradisce

Riuscire a soddisfare il partner risulta essere un motivo che riesce a regalare ore di sonno beate ad una persona: un partner soddisfatto a letto è anche quello che non tradirà mai la fiducia della compagna o compagno.

Online è meglio che dal vivo

Riuscire a trovare un partner, occasionale e non, tramite il web rappresenta un tipo di moda che, moltissime persona stanno sfruttando al massimo, vista la grande facilità d’utilizzo che contraddistingue tale tipologia di siti web di incontri online.

Attenzione all’orale

Praticare troppo sesso orale potrebbe essere dannoso per la salute, visto che i liquidi seminali potrebbero, a lungo andare, danneggiare la gola e provocare anche tumori, soprattutto se si consuma il rapporto orale anale.
Inoltre è sempre bene cambiare preservativo prima di un rapporto orale.