Category: Matrimonio

Album matrimonio, come scegliere le migliori immagini

album-matrimonio

album-matrimonioCome scegliere le foto per l’album del matrimonio? Una domanda che può affliggere gli sposi: ovviamente, desideriamo solo le immagini migliori da inserire nell’album, che ha il compito prezioso di narrare il giorno più speciale di sempre per una coppia. Un aiuto può darlo comunque il fotografo, che potrà suggerire come selezionare le foto e ottenere un risultato finale equilibrato e armonioso nel complesso.

In genere, l’impaginazione di un album del matrimonio non deve né essere pesante o eccessiva, né comunque annoiare. Il contesto deve concedere respiro e soprattutto devono alternarsi le inquadrature: dai mezzi busti fino alle figure intere, il continuum in un album fotografico matrimoniale non può proprio mancare.

Se hai bisogno di una consulenza fotografica per le tue nozze, fai un salto su matteobraghetta.com: troverai i suggerimenti migliori per il tuo album!

Come scegliere le immagini per l’album del matrimonio?

La preoccupazione principale degli sposi è quella di non ricevere delle foto magnifiche: perfette, impeccabili, che tolgono il fiato. Per questo motivo è essenziale trovare un fotografo che possa seguire la cerimonia nel modo migliore, sfruttando tutte quelle idee di nozze più belle di sempre. A tal proposito, sarebbe importante richiedere una consulenza per elaborare al meglio le idee di base.

In realtà, creare l’album è molto divertente, e lo è certamente di più rispetto alla pianificazione delle nozze, che può stressare e mettere tensione. L’album è un messaggio: è un documento che attesterà nel tempo le emozioni di quel giorno speciale. Non è dunque solo una questione di pratica o tecnica, o di essere venuti bene in foto.

Prenditi il tuo tempo per scegliere

Mai andare troppo di fretta: è questo l’errore che fanno molti sposi. L’album di nozze non va elaborato in pochi minuti, ma va pensato. Scegliere con calma è la soluzione migliore: basta prendersi qualche giorno, anche, non è obbligatorio in alcun modo prendere subito una decisione, perché altrimenti ci si potrebbe pentire.

Sì, è anche vero che alcuni fotografi per matrimonio consegnano anche una chiavetta USB con le fotografie delle nozze al completo. Ma è l’album il risultato finale, quello che si sfoglierà un giorno insieme ai propri figli, ai nipoti. E deve principalmente raccontare una storia: la vostra.

Scegli gli effetti speciali

Tra l’altro, negli ultimi tempi ormai non c’è più un limite agli effetti speciali che possiamo inserire nel nostro album di matrimonio. Dai testi fino alle foto sovrapposte, l’impaginazione va decisa insieme al fotografo, che poi avrà il compito di stampare l’album. Di base, tuttavia, consigliamo di non sovraccaricare le pagine in modo eccessivo, ma di dare risalto alle immagini.

Inizia dalle prime venti foto

Uno dei metodi migliori per prendere una decisione è di scegliere inizialmente delle immagini, e dunque fare una prima scrematura. Le foto dovranno ovviamente essere scelte in base alla categoria: la preparazione degli sposi, la chiesa, il ristorante, il lancio del bouquet, il taglio della torta, il momento dei saluti. In media si inseriscono dalle 50 alle 100 foto in un album: inizia dalle prime venti.

Scegli con cura, ma non rimandare

Abbiamo detto che abbiamo bisogno del nostro tempo per vedere quali immagini inserire nell’album delle nozze, ma è sbagliato rimandare la decisione finale e procrastinare. In tal senso, la revisione risulterà difficile, perché a quel punto non sapremo più scegliere.

Decidi la tipologia di album

Come hai sempre immaginato il tuo album? Dallo stile al colore, abbiamo decine di modi al giorno d’oggi per personalizzarlo. Ovviamente, possiamo anche richiederlo di modeste dimensioni – piccolo, medio o grande – o ancora optare per una copertina rigida, o con una foto. Fatti aiutare dal fotografo: per qualsiasi dubbio o indecisione, ricorda che è lui il professionista della fotografia.

Perché molte donne abbandonano l’idea del rito di addio al nubilato

addio nubilato

Le origini dell’addio al nubilato

Per gli uomini, l’addio al celibato ha radici molto profonde: infatti si vocifera che addirittura ai tempi della divinità Bacco si organizzavano queste feste a base di divertimento per festeggiare il futuro matrimonio e, anche in terre antiche e lontane venivano organizzate feste per festeggiare la fertilità: feste che andavano poi a concludersi con il matrimonio.
Si può quindi dire, che le feste per gli uomini vengono svolte da davvero molto tempo.
È solo negli anni Novanta che si inizia a dare maggior importanza al ruolo della donna e al tempo stesso futura sposa, così nascono i primi addii al nubilato.
Ed è proprio in quegli anni lì che si vede il boom di addii, che siano questi maschili o femminili: si festeggia l’ultimo periodo di libertà prima del matrimonio, gli ultimi istanti di una vecchia vita che sta ormai per giungere al termine, ed è proprio grazie a questo boom che aumenta il commercio e di conseguenza inizia a girare l’economia: nascono tantissime attività diverse da fare in gruppo come serate a tema o viaggi particolari.

Gli attuali addii al nubilato

Nonostante al momento l’età dei futuri sposi sta via via aumentando, poiché prima di compiere il grande passo che è il matrimonio si vuole essere sicuri di avere una relazione con delle solide basi, sono sempre in voga gli addii al nubilato e al celibato.
Spesso e volentieri, gli amici organizzano per gli sposi delle serate un po’… eccessive, ed è proprio per questo che, probabilmente alcune donne preferiscono evitare momenti di imbarazzo e abbandonare totalmente l’idea di festeggiare il proprio addio al nubilato.
Inoltre, l’organizzazione di un addio al nubilato (ma così come gli addii al celibato), porta via un grande dispendio di soldi, tempo ed energie, che magari potrebbero essere impiegate in modi decisamente migliori.
Alcune donne poi, credono che festeggiare l’addio al nubilato, sia solo un momento per evadere da quelli che sono poi i problemi del quotidiano: un paio d’ore di divertimento e spensieratezza.
E dopo? Dopo si torna alla vita normale, quella fatta di stress, impegni, lavoro, discussioni e quant’altro.
Alla fine, è il giorno del matrimonio quello che andrebbe vissuto a pieno, non quello dell’addio al nubilato.
È proprio il matrimonio da considerare il momento in cui tutto finisce e inizia allo stesso tempo, ed è sicuramente un giorno per il quale vale davvero la pena impiegare tempo ed energie, poiché sarà un giorno che resterà impresso nei nostri cuori per sempre.

Come festeggiare un addio al nubilato in tutta tranquillità?

Esistono comunque tantissimi modi per festeggiare una sorta di addio al nubilato ma senza esagerare: con un budget ridotto e una serata tranquilla a casa è possibile divertirsi ugualmente, senza dover viaggiare fino in Spagna, Grecia o altre care mete turistiche.
Infatti, sul sito MyDigitalPrint, raggiungibile al seguente indirizzo web: Mydigitalprint.it è disponibileun’intera sezione dedicata agli addii al celibato e nubilato. Sono infatti disponibili tantissime magliette con stampe divertenti dedicate sia ai futuri sposi che agli amici di questi ultimi.
Bastano un paio di queste magliette, un po’ di musica, un’atmosfera tranquilla e… voilà.
Ci si può divertire anche con poco e magari, è probabile che ci resti più impressa una serata all’insegna del divertimento ma al tempo stesso tranquilla, che una a base di eccessi, dove spesso e volentieri si sfocia nella volgarità e si finisce solo con l’ubriacarsi, senza quindi godersi a pieno la festicciola.
Magari, un’idea per un addio al nubilato tranquillo potrebbe essere un pigiama party a casa della sposa: una serata tra amiche, a base di film, chiacchiere e coccole a livello estetico. E, ovviamente, su MyDigitalPrint c’è proprio la t-shirt adatta alla situazione!

Idee per un matrimonio divertente

matrimonio

Il giorno del matrimonio è un giorno speciale per gli sposi, ma è anche una festa, e per essere ricordata come tale, deve essere divertente anche per gli ospiti. Vediamo cosa è possibile fare per organizzare un matrimonio che lasci un bel ricordo a tutti.

Matrimonio con foto indimenticabili

foto matrimonio divertentiLe foto, si sa, sono i ricordi indelebili che restano in ogni occasione, in particolar modo nel giorno del matrimonio. Le classiche foto da book del fotografo professionista hanno un tono ricercato ed elegante, ma per quelle veramente divertenti è bene affidarsi al booth matrimonio, le foto da cabina divenute ormai irrinunciabili per un’evento speciale, quale può essere anche un matrimonio.

Ed ecco che parrucche, occhialoni, baffi finti, e altri buffi travestimenti la fanno da padrone per ravvivare la festa, avere dei ricordi goliardici degli ospiti come degli stessi sposi. Della serie “facce da matrimonio indimenticabili“, per tutti quanti, grandi e piccini. Sono foto scattate e stampate in pochi minuti, che possono essere utilizzate anche per fare un book alternativo, che catturi i momenti più divertenti e gli stati d’animo, un vero e proprio foto-racconto.

Un altro divertente diversivo sono i racconti, non intesi come letture qualsiasi, ma vere e proprie storie che raccontino la vita di coppia dei novelli sposi, come si sono conosciuti, aneddoti della loro vita sentimentale, in modo che gli ospiti vengano direttamente coinvolti nella storia d’amore culminata in quel giorno speciale. C’è anche la variante giornalistica, che consiste nell’avere tra gli ospiti un giornalista vero, annunciato o a sorpresa, che raccolga le impressioni degli ospiti, per riunirle in un unico libro finale.

Tornare bambini al matrimonio

Chi lo dice che solo i bambini si divertono con i gonfiabili? Provate a noleggiarli durante un matrimonio e vedrete quanto gli adulti lascino uscire il bambino che è in ognuno di noi. Il divertimento è assicurato, anche per i più restii, che in poco tempo si lasceranno trascinare nel bellissimo mondo dei gonfiabili.

Altro intrattenimento fanciullesco sono i tatuaggi, quelli temporanei che si applicano con l’acqua. Ogni ospite disegna il suo tatuaggio originale e preferito, e un tatuatore li disegnerà e ve li applicherà, magari per una foto istantanea in cabina. Anche questa idea ha riscontrato molto successo, in quanto fa tornare bambini anche i più avvezzi al tattoo vero e proprio, che si sono sbizzarriti a creare tatuaggi improponibili, ma divertentissimi sul momento.

Il matrimonio è sempre un momento in cui un po’ tutto quello che è fuori dalle righe è lecito, dove gli scherzi degli amici degli sposi si sono evoluti, fino a far partecipare tutti gli ospiti, perché, se è pur vero che è un giorno speciale per gli sposi, lo è anche per tutti gli invitati.

 

I professionisti per il tuo matrimonio in Abruzzo

organizzare matrimonio in abruzzo

Per l’organizzazione del matrimonio in Abruzzo tante sono le novità relative ai servizi di wedding planner 2016. Una novità eccezionale riguarda gli abiti da sposa, ove il pizzo le farà da padrona sia in maniera totale, che in maniera alternata. Anche per quanto rigurda l’uso dei colori pastello degli abiti da sposa, tra le novità del wedding 2016 oltre al classico colore bianco, si ha il rosa cipria, il “color tiffany”, e il verde tenue.

Wedding Planner: le funzioni

Analizzando più da vicino la figura del wedding planner, è un professionista che ha il compito di organizzare il matrimonio in Abruzzo, sulla base delle proprie esperienze, sui frequenti corsi di formazione, in modo tale da evitare ulteriori stress da parte dei futuri sposi.
La figura del professionista del wedding planner nasce in America, infatti è interpretato da Jennifer Lopez nel film “Prima o poi mi sposo”. In Italia questa nuova professione è resa nota grazie al weedding planner Enzo Miccio, che grazie al suo programma televisivo l’ha notoriamente diffuso.
Oggi sono molte le coppie che si avvalgono degli aiuti e dei consigli del professionista di wedding planner, ma bisogna diffidare comunque da coloro che ricevono i futuri sposi a casa o in un bar, per essere un wedding planner bisogna possedere un buon portfolio clienti, avere esperienza, e soprattutto essere aggiornato sulle novità del momento.

I consigli per l’abito da sposa

sposarsi in abruzzoOgni donna sin da bambina, immagina l’abito da sposa dei propri sogni, infatti quando è in progetto un matrimonio, molto spesso le future spose, ricercano da internet le nuove tendenze del momento, soprattutto in base ai propri gusti. Negli atelier da sposa delle provincie di Chieti, Teramo, Pescara e l’Aquila, c’è l’imbarazzo della scelta in riferimento ai modelli: a sirena, a taglio imperiale, taglio principesco, morbidi e sinuosi, abiti con corpetti lavoratissimi, impreziositi di pietre luccicanti, oppure abiti di stoffe pregiate, pizzi, seta, tulle, organza.
L’abito da sposa per essere perfetto è importante che “cada bene” cioè valorizzi i punti di forza del corpo della sposa, e deve possedere anche una tonalità di colore che si sposi perfettamente con la carnagione della sposa.

Hair stylist e make up artist in Abruzzo

L’acconciatura e il trucco nel tempo hanno acquistato sempre più valore ed importanza. Gli acconciatori chiamati “Hair-stylist” e i truccatori “Make-up artist” si sono sempre più specializzati nel settore del wedding planner. Il compito dei make-up artist sarà quello di rendere il viso della sposa “acqua e sapone”, nonostante si applichi un trucco abbastanza costruito. Inoltre è importante che il trucco duri tutta la giornata, e deve essere scelto in base alla forma del viso, al colore e alla forma degli occhi, e all’abito. L’obiettivo principale è l’esaltazione della sposa nei suoi punti di forza, mascherando eventuali imperfezioni del viso, collaborando preferibilmente con l’hair-stylist.
Insieme alla preparazione trucco tra le novità del wedding planner 2016 nelle province di Pescara, Teramo, Chieti, e l’Aquila ci sono servizi come pulizia del viso, baffi, sopracciglia, manicure e pedicure.

Le bomboniere del wedding 2016

Per quanto concerne le bomboniere sono l’oggetto che gli sposi danno agli invitati dopo la fine della cerimonia al ristorante. Tradizionalmente si regalano oggetti in vetro, ceramica, cristallo, argento o porcellana. Ma tra le novità del wedding planner 2016 si prediligono insieme alla bomboniera l’abbinamento di “confettate”, ovvero una scatola di confetti di gusti e varietà differenti.
Oggi la scelta delle bomboniere ricade sull’oggettistica per la casa, come utensili di ogni genere, vasi e quadri.
Infatti anche per quanto riguarda le confettate ci sono diverse modalità di confezionamento: dal classico pizzo di organza di seta, a pois, oppure scatole trasparenti in plexiglass, in cartone, in legno rivestite di tessuto. Solitamente nelle confettate si inseriscono 5 confetti,perchè rappresentano la longevità, fertilità, salute, ricchezza, felicità.
Tra le novità del weeding planner 2016 c’è una stragrande varietà di gusti per quanto riguarda le confettate: oltre alla classica mandorla, c’è il cioccolato, cioccolato bianco, cannella, frutti di bosco, melone, fragola, cocomero, nocciola, liquirizia, zabaione, tiramisù, ricotta e pera, cappuccino, caffè, nocciola e tantissimi altri.

Il servizio fotografico: i vari stili

Un altro aspetto da considerare è il servizio fotografico matrimoniale, anche qui bisogna affidarsi a professionisti del settore wedding. Gli aspetti che un fotografo deve tenere presente nella realizzazione del servizio fotografico sono molteplici: da casa dello sposo, a casa della sposa, alla chiesa al ristorante, quindi devono tener presente le tempistiche necessarie per svolgere al meglio il proprio lavoro.
Tra le novità del wedding planner 2016 ci sono 2 tipologie di stili di servizi fotografici: servizio in posa o ritrattistico, e il servizio reportage. Gli sposi insieme alla scelta dello stile devono scegliere anche il tipo di album, tra il tradizionale e il fotolibro. Insieme all’album di matrimonio i fotografi sono impegnati anche nella costruzione del video del matrimonio, racchiudendo in un filmino l’intera giornata con i momenti più belli ed entusiasmanti.

Sposarsi in Salento: le città più romantiche

Da Otranto a Gallipoli, da Lecce a Specchia, ecco i posti più belli del Salento dove giurarsi amore eterno.

Tra ville per matrimonio in Salento, masserie, spiagge bianche e borghi tra i più suggestivi, gli innamorati del Tacco d’Italia non avranno difficoltà a trovare luoghi idonei a celebrare uno dei giorni più importanti della propria vita. Ecco le località più romantiche della provincia.

Lecce

Lecce è il capoluogo di provincia, la città di riferimento del contesto salentino. Luogo di storia antica, arte barocca riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo, clima mite e gentile, Lecce è una città ideale per convolare a nozze. Le vie del centro, la magnificenza della Basilica di Santa Croce con annesso Palazzo dei Celestini, il Duomo, l’anfiteatro romano sono elementi che concorrono a realizzare quel quadro dorato di pietra leccese e barocco che è la città salentina, gioiello inestimabile che riluce di giorno e incanta di sera.

Otranto

Il borgo antico, le viuzze strette che conducono fin dentro le mura e, da lì, al lungo mare, il panorama folgorante che appaga gli occhi degli osservatori: Otranto è una cartolina che, ad ogni sguardo, cambia forma e suscita emozioni sempre nuove.

Gallipoli

Arte settecentesca, tradizioni marinare palpabili per le strade, odori e colori caratteristici e un mare che luccica e avvolge l’intero centro abitato. Gallipoli è una città magica, dove storia,tradizioni e spinte all’innovazione coesistono e si rimandano a vicenda, in un intreccio romantico di vecchio e nuovo, sacro e profano, malinconia e adrenalina.

Specchia

Inserito tra i 100 borghi più belli d’Italia, Specchia è una realtà di appena 5.000 abitanti nel profondo sud Salento. Una dimensione sui generis, che risplende di luce propria e regala magia in ogni suo squarcio. Il fascino antico della borgata resta immutato da secoli, neanche la nuova fama di cui gode, grazie anche al boom di turisti nel Salento, l’ha contaminata o corrotta. Romanticismo, seduzioni antiche e passione sono palpabili ad ogni passo.

La soluzione per il matrimonio: Villa Ciardo

C’è il posto adatto al tuo matrimonio, se leggi avrai maggiori dettagli.
Hai particolari esigenze? Come ti immagini il giorno del tuo matrimonio?
Il ristorante deve avere sale spaziose, essere circondato da verde, un bel giardino ben tenuto, non ami gli ambienti vetusti, impostati, spersonalizzati per cui opterai per una sala ricevimenti con arredi moderni e al passo con i tempi. Quel giorno deve rimanere impresso nella tua memoria come un abbraccio, ti piacerebbe che anche i tuoi ospiti conservino un ricordo bello della giornata e della festa.
Vuoi conoscere il nome del posto che abbiamo pensato per te? Villa Ciardo, ad Alessano. Si presenta come un palazzo signorile di fine ‘800 imponente senza sembrare antico, la storia altisonante del luogo è ben bilanciato dall’attenzione degli arredi, spiccatamente moderni. Raggiungibile da Lecce attraverso l’agevole superstrada, Villa Ciardo dista 50 chilometri dal capoluogo salentino e circa 13 chilometri da Santa Maria di Leuca, detta anche Finibus Terrae.
Le sale interne hanno la virtù di essere molto versatili e per questo adattabili ad ogni festeggiamento, dal matrimonio ai meeting aziendali. Lo spazio esterno di questa splendida sala ricevimenti Lecce viene coronato dalla presenza di un ampio giardino provvisto di agrumeto e di una bellissima piscina scoperta, perfetta ambientazione per un allestimento esterno di tavoli e buffet.
Non sembra mancare nulla per descrivere un “matrimonio a Sud” in perfetto stile.
Nessuna meraviglia se ti sarai incuriosito e sarai finito su google a ricercare il sito di Villa Ciardo e la sua pagina Facebook, aggiungiamo un altro particolare utile a te che stai eseguendo le ricerche con grande attenzione per ogni minimo particolare: la villa ad Alessano, è tra le più antiche nel Salento, con una storia consolidata nell’erogazione del servizio ricettivo e degna di una  sala ricevimenti Lecce stellata.
Per chi volesse soggiornare e prendersi una vacanza in Salento, nello stesso posto vige il servizio B&B: quattro bellissime e confortevoli camere.

Quale tableau da matrimonio scegliere?

i tableau per il matrimonio

i tableau per il matrimonioIl tableau de mariage è un pannello decorato, esposto nella sala in cui si terrà il ricevimento, che indica la disposizione dei posti a tavola assegnati a ciascun invitato. Comporre un tableau con posti ben assortiti e curato nell’estetica contribuisce alla buona riuscita del grande giorno. Per questo, la realizzazione di questo particolare delle nozze deve avvenire nel rispetto di qualche accortezza, a cominciare dalla scelta di un tema conduttore che realmente sia in grado di esprimere e valorizzare i gusti e le passioni degli sposi. Come scegliere il proprio tableau da matrimonio?

È importante che ogni decisione organizzativa sia preceduta da una fase di confronto tra gli sposi, che potranno indirizzare l’allestimento secondo le loro preferenze, a cominciare dalla scelta del tema dal quale trarre ispirazione per le decorazioni. Dai gusti più raffinati e tradizionali a quelli più sbarazzini e divertenti, infatti, le parole d’ordine che devono ispirare l’organizzazione del grande evento sono creatività e passione. L’individuazione del tema del matrimonio sarà la prima fase da affrontare in questo progetto, perché sarà in grado di fornire un’importante guida alla scelta di forme, colori e materiali da utilizzare.

La decisione del tema, innanzi tutto, deve ispirarsi non solo alle preferenze dei futuri sposi, ma anche alla stagione e alla location del matrimonio stesso. Sarà poco armonico, per esempio, proporre un tema marino per delle nozze che dovranno svolgersi in pieno inverno, magari in una splendida località innevata, così come un tema botanico dovrà essere evitato se lo sposo odia i fiori. Fatte le dovute esclusioni, quindi, sarà più facile restringere il campo a una rosa ridotta di idee che esprimano al meglio le personalità dei due innamorati.

Per avere qualche idea adatta alla realizzazione di un tableau che si faccia ricordare basta lasciarsi ispirare dalle proprie passioni, magari aiutandosi nella scelta navigando in rete o sfogliando qualche rivista del settore. Le ultime tendenze sono sicuramente quelle più green, che manifestano amore per l’ambiente e per i temi del riciclo creativo soprattutto nella scelta di materiali economici ed eco-sostenibili. Cartone, vetro, stoffe e altre materie prime naturali saranno perfetti per la realizzazione di un tableau che rispetta l’ambiente, senza per questo rinunciare a un impatto estetico che colpisce per la cura dei particolari. Sarà, inoltre, il tema giusto per l’allestimento di un matrimonio all’aperto e a stretto contatto con la natura.

Quando il focus si sposta più strettamente sulle passioni degli sposi, la scelta di un tableau creativo e originale può diventare una vera celebrazione della dell’amore della coppia. In questo caso, ripercorrere con la mente i momenti più salienti della storia può essere di grande aiuto nella scelta. Ecco che il tableau, quindi, si potrà ispirare ai luoghi magici della prima vacanza insieme, proponendo come nomi dei tavoli quelli delle località visitate e splendide cartoline con i paesaggi più belli. E se i due sono legati da una profonda passione per il cinema o per la musica? Niente di meglio che i personaggi dei film più romantici o i titoli delle canzoni preferite, per ispirare la decorazione dello schema di disposizione dei tavoli.

La location del matrimonio potrà essere decisiva nella scelta del tableau più adatto. Niente di meglio di uno stile rustico, ma sempre chic, se l’allestimento avviene in una splendida cascina di montagna o in un agriturismo. Via libera, in questo caso, all’immaginazione: i biglietti che indicano i nomi e la disposizione dei tavoli potrebbero essere appese a un albero con delle mollette da bucato di legno dipinto e spaghi colorati. Le spose più tradizionaliste e romantiche, infine, potranno cedere in questo caso al fascino di fiori e piante, che si prestano a molte variazioni sul tema. Dalla molteplicità di forme e colori delle piante esotiche, fino alla delicata purezza del total white, infatti, i temi naturalistici rappresentano un tema sempre di grande effetto.