I bambini tendono a volere per sé tutte le attenzioni dei genitori, dei nonni ma anche delle maestre quando inizia il periodo scolastico.

La gelosia è quindi un sentimento piuttosto frequente nei bambini e si manifesta soprattutto con l’arrivo di un nuovo membro in famiglia, magari un fratellino od una sorellina, ma anche con l’arrivo di un nuovo compagno a scuola che in un certo senso rompe gli equilibri del bambino.

D’altronde per quanto desiderato, l’arrivo di un nuovo bambino in famiglia sconvolge gli equilibri anche di noi adulti, quindi è assolutamente legittimo che questo possa accadere anche in un bambino, che si vedrà tolte tutte le attenzioni che prima erano concentrate tutte su di sé.

Ma ci sono dei piccoli consigli che possiamo seguire per indirizzare al meglio questo sentimento che, se non gestito in maniera corretta, potrebbe sfociare anche in una forma di violenza del bambino nei confronti del nuovo arrivato.

 

Comprendere il Suo Disagio

Il primo passo è quello di comprendere il suo disagio parlandone direttamente con lui o lei.

Sarebbe corretto fargli capire che avrà una nuova responsabilità nei confronti del piccolino. In questo modo il bambino si sentirà caricato di un compito importante e si sentirà preso in considerazione creando un legame di complicità con i genitori che creerà un rapporto anche più forte.

 

Coinvolgerlo in tutte le Fasi

Un altro aspetto fondamentale è quello d riuscire a coinvolgere il primogenito in tutte le fasi: dalla gravidanza, alla nascita e alla crescita del fratellino o della sorellina.

Già nel periodo gestionale della mamma si potrà iniziare a far scegliere al primogenito un indumento da acquistare per il nuovo arrivato e una volta nato coinvolgerlo nel suo accudimento magari al momento del cambio del pannolino, del bagnetto o al momento della pappa.

 

Insegnarli la Condivisione

Altro aspetto importante è la gelosia che il bambino più grande proverà nei confronti dei suoi giocattoli, dei suoi spazi e cercare di fargli capire che ora è arrivato il momento di condividere potrebbe risultare per il genitore un’impresa impossibile, ma così non è.

Forse inizialmente risulterà difficile ma è importante ricordare sempre che noi siamo il primo esempio che i bambini prenderanno in considerazione. Quindi è fondamentale creare in famiglia un clima di condivisione e non soffermarsi solamente a spiegarlo a parole perché i bambini tendono ad assimilare molto di più quello che il genitore è, e non quello che dice.

Questo sarà il primo passo da affrontare che sarà successivamente seguito da parole di apprezzamento e lode nel momento in cui il bambino manifesterà un atteggiamento di condivisione con un altro bambino.

 

Cose da Evitare

Assolutamente evitare di sgridare o punire il bambino nel momento in cui manifesterà il suo sentimento di gelosia. Commettere questo errore vorrebbe dire alimentare ulteriormente la sua gelosia perché, ricordiamo sempre che, ciò che loro cercano sono solo attenzioni da parte nostra.

Al contrario cerchiamo invece di dimostrargli che resterete sempre il loro porto sicuro anche con l’arrivo di un nuovo bambino e che niente potrà cambiare il vostro amore per loro.

Inoltre quando anche l’ultimo arrivato sarà cresciuto dovrà imparare a condividere i suoi giochi ed i suoi spazi e non dovrà essere sempre accontentato, aspettandosi che vengano esauditi tutti i suoi desideri. Questo è utile per evitare che questo atteggiamento venga riportato successivamente in ambito scolastico quando si ritroverà a confrontarsi con i suoi nuovi compagni.