Category: Servizi

I servizi al giorno d’oggi sono il vero motore che traina l’economia per uscire dalla crisi. Sono la ninfa vitale che permette la risoluzione dei problemi o la soddisfazione del bisogno in qualsiasi momento e in qualsiasi settore. Ogni azienda o privato che offre servizi, di qualsiasi essi siano, hanno le competenze necessarie allo svolgimento dell’attività e sopratutto alla soddisfazione del bisogno che manca. Rientrano nella categoria anche i servizi di consulenze che non offrono un vero e proprio prodotto come ad esempio un’impresa di pulizia, ma bensi offrono della consulenza per la specifica necessità. Ad esempio i servizi di consulenza seo, senza i quali è difficile per chi ha la necessità di essere visibile online, trovare riscontro e soluzione. Cosi come i più elementari servizi di pulizia che come ben sappiamo sono uno dei servizi più longevi e fruttiferi del momento. Un dato di fatto c’è: un servizio è tale se risponde ad una necessità non ancora soddisfatta. Se esiste un bisogno di “pulizia uffici” ci sarà sicuramente qualche impresa di pulizia pronta a soddisfarlo. Se esiste la necessità di “essere trovati sui motori di ricerca”, esisterà sicuramente qualcuno che offrirà un servizio di posizionamento nei motori di ricerca.

Stupisci amici e parenti con il cesto regalo Riserva d’Italia

dono natalizio composizione enogastronomica

Arriva il Natale e uno dei dubbi ricorrenti è come scegliere il giusto regalo.
Siamo sempre alla ricerca di un dono capace di sorprendere chi lo riceve, ma allo stesso tempo vogliamo essere certi di avere la piena soddisfazione nel regalarlo.

Non sembra un compito facile, passiamo le giornate pre-natalizie alla ricerca dell’idea giusta, dimenticandoci del fatto che la scelta migliore da sempre è la semplicità di un pensiero fatto con il cuore, scelto tra i prodotti naturali che il nostro territorio offre, un carico di quella magica tradizione che da sempre lo contraddistingue.

Donare un cesto di Natale enogastronomico è la soluzione migliore per accontentare le aspettative di chi amiamo, dandoci la certezza di aver fatto una scelta di gusto.
Queste composizioni danno a chi le riceve la possibilità di portare in casa propria il sapore di terre lontane, sarà un po’ come tornare in vacanza, rivivere i momenti passati in visita nei borghi più suggestivi della nostra bella Italia.

Con questa scelta, soprattutto, avrete la garanzia di donare prodotti provenienti da lavorazioni artigianali, fatti seguendo le più tradizionali ricette.
Certamente regalerete ai vostri cari la piacevolezza di assaporare nuovamente il senso del ritrovato buon gusto nei sapori genuini della tradizione popolare.

Composizioni regalo per tutti i palati, adatte a tutte le tasche

Non preoccupatevi esistono varie composizioni in vari formati in grado di soddisfare le esigenze di tutti.

Tutti i cesti contengono i cibi previsti dalla tradizione natalizia, per cui non mancherà anche nel cesto base un buon vino spumante, il Panettone o in alternativa il Pandoro in aggiunta ad una preparazione dolce o salata che riporti alla mente di chi l’assaggia il pranzo di Natale.

Già con questo semplice dono avrete fatto cosa gradita, chi assaporerà il tipico dolce natalizio di fattura artigianale accompagnato dal giusto vino spumante, vi ringrazierà di cuore, perché uno dei piaceri della vita è proprio lasciarsi coccolare da una morbida carezza dolce, magari davanti al caminetto acceso nelle fredde giornate invernali.

Se volete aggiungere un tocco di classe in più, il cesto potrà arricchirsi con formaggi tipici o salumi di produzione artigianale, particolari formati di pasta aromatizzata e magari una bottiglia di vino proveniente dalla regione che avete scelto per rappresentare il vostro dono.

Il gusto che accompagna queste festività durerà sulla tavola di chi riceve il cesto enogastronomico molto più a lungo e il ricordo del vostro regalo sarà una piacevole festa quotidiana.

Si uniscono alle altre confezioni anche preziosi cioccolatini, confetture, dolci speziati, oli profumati al tartufo e leccornie di tutti i tipi, gradite al gusto di grandi e piccini.

La confezione si impreziosisce e passa dal semplice cartone a diventare un importante scrigno in legno, un oggetto che resterà ad arredare la casa, adatto a essere collezionato, capace di conservare il suo calore anche per tutti i Natali che verranno.

Magari al suo interno potranno essere riposti gli addobbi natalizi, potrà servire come scatola dei ricordi o sarà possibile utilizzarlo come cantinetta per vini pregiati, un regalo nel regalo, insomma, che chi lo riceverà avrà modo di rivivere nel quotidiano.

Il cesto enogastronomico è un dono gradito da fare ai vostri vicini o collaboratori per dimostrare la vostra gratitudine per il lavoro svolto o semplicemente per ringraziare della disponibilità che vi hanno accordato in tutto l’arco dell’ anno.

Filtro anticalcare caldaia: perché è importante e quando cambiarlo

filtro-anticalcare-caldaia

Il filtro anticalcare caldaia è considerato uno di quei dispositivi fondamentali per il corretto uso della stessa, in quanto ad esso è affidato la funzione di trattare l’acqua presente all’interno dell’impianto termico per poter eliminare il calcare.

Tuttavia, non è esente da usure e danni a volte così gravi da necessitare la sua totale sostituzione; ecco perché è importante non solo effettuare una corretta manutenzione ma cambiarlo tempestivamente per evitare il deterioramento della caldaia.

Importanza del filtro anticalcare caldaia

 

filtro-anticalcare-caldaia

Uno dei problemi che accomuna gran parte delle caldaie a gas è proprio il calcare; ciò purtroppo, è legato al fatto che il nostro Paese per circa il 60% è formato da aree caratterizzate da acque dure.

Il filtro anticalcare caldaia ha quindi il compito di rimuovere i carbonati di calcio presenti nell’acqua dura.

Con il trascorrere del tempo però l’accumulo di carbonati di calcio può andare a compromettere il funzionamento dello stesso filtro o addirittura della caldaia.

Per tale motivo è consigliato cambiare il filtro con una certa regolarità ed evitare quindi che possa provocare dei guasti o che comunque possa non funzionare per come dovrebbe.

Tuttavia, numerosi sono i vantaggi legati alla presenza di tali filtri; questi, infatti, consentono di poter ottenere un risparmio piuttosto importante dei consumi, e, inoltre, prestando attenzione alla salute dell’impianto si favorirà anche una migliore prestazione.

La caldaia potrà riscaldare oltre che con maggiore facilità anche, soprattutto, con più velocità in quanto non rallentata dall’azione svolta dal calcare.

Quando e perché cambiare il filtro della caldaia

Cambiare il filtro anticalcare caldaia è quindi molto importante.

Abbiamo infatti affermato che tali filtri agiscono rimuovendo calcare, sedimenti e tutto ciò che è presente nella rete idrica e che può provocare nell’acqua un sapore poco gradevole definito addirittura un ‘sapore chimico’.

Il filtro agisce filtrando l’acqua, migliorandone la qualità e mantenendo anche la caldaia perfettamente funzionante; cambiando il filtro in maniera piuttosto regolare si evita che la caldaia possa subire dei danni e che possa quindi necessitare, nel tempo, di continua manutenzione.

La domanda però che tutti si chiedono a questo punto è quando cambiarlo: ovviamente, se il desiderio è quello di ridurre i costi di manutenzione della caldaia a gas al minimo ecco che allora il consiglio è assolutamente quello di sostituire il filtro ogni 12 mesi circa.

Tale scadenza potrebbe subire una modifica nei casi in cui la zona in cui si vive sia un’area con acqua dura e quindi dove il filtro per evitare che possa formarsi del calcare lavora con una maggiore velocità.

In queste zone il cambio del filtro anticalcare potrebbe rivelarsi necessario più frequentemente e quindi non ogni 12 mesi come precedentemente affermato.

Va sottolineato che vi sono alcuni modelli di caldaia che hanno una funzione molto importante ovvero quella di avvisare quando è arrivato il momento di effettuare il cambio; in questo modo si eviterà di dover segnare la data in cui è stato effettuato il cambio per evitare di dimenticarlo e quindi di conseguenza compromettere la funzione.

filtro-anticalcare-caldaia

Come riconoscere la presenza di calcare nell’acqua

Riconoscere la presenza di calcare nell’acqua è possibile e non è nemmeno complicato.

Questo, infatti, può presentarsi in diversi modi e spesso notarlo è davvero semplice: ad esempio, alcune volte si presenta come una sostanza granulosa e polverosa di colore bianco che può essere notata in particolar modo nel momento in cui si stirano i vestiti; oppure nel bollitore può presentarsi sotto forma di fiocchi grigiastri che si depositano sul fondo.

Proprio l’accumulo di calcare può ad esempio rendere inutilizzabili rubinetti e docce e compromettere il funzionamento di tutti gli elettrodomestici.

In questi casi una buona soluzione per proteggersi dal calcare, e allo stesso tempo proteggere tutti i propri elettrodomestici, potrebbe essere quello di utilizzare gli addolcitori d’acqua in modo da rendere la propria casa più ecologica e favorire il benessere dell’ambiente.

Cosa dice la legge sulla sicurezza sul lavoro?

sicurezza sul lavoro leggi
Dare priorità alla prevenzione e alla protezione è fondamentale in azienda, soprattutto se si vuole mettere in pratica correttamente cosa dice la legge sulla sicurezza sul lavoro. Il concetto che sta alla base di questa normativa riguarda tutte le categorie e persegue l’obiettivo di rendere operative le precauzioni necessarie per impedire incidenti e condizioni insalubri durante le ore lavorative.

Nell’ultimo ventennio in Europa, nonostante le normative in proposito, il numero di infortuni e disagi patologici è continuato ad aumentare. A tale proposito l’Unione Europea già nel 1990 promulgò le prime direttive sulla tutela e sicurezza dei luoghi di lavoro, meglio conosciute come DL 626.

Ma il vero colpo di coda alle problematiche in materia di salute e ambienti di lavoro è assestato dal Decreto Legislativo numero 81 del 9 aprile del 2008. La legge ha portato la tematica della sicurezza sul lavoro da un campo di valutazione oggettivo ad un campo di tutela soggettiva. Grazie alla formazione degli addetti e alla obbligatorietà dei corsi di prevenzione si è arrivati ad un adeguamento degli ambienti lavorativi, degli impianti e delle macchine.

Corsi sicurezza sul lavoro: le 3 fasi

Il lavoratore prima della legge 81/08 subiva gli obblighi e le linee guida in materia di sicurezza sul lavoro. Successivamente ogni addetto in qualsiasi ramo professionale è diventato parte attiva nella prevenzione e nella responsabilità in azienda. L’articolo 37 del D.Lgs 81/08 mette in risalto l’obbligo di:

– Formazione

– Informazione

– Addestramento.

Il lavoratore dunque dovrà apprendere le competenze necessarie affinché la sua mansione sia svolta in sicurezza e insieme al datore di lavoro dovrà conoscere molto bene cosa dice la legge sulla sicurezza sul lavoro.

Dovrà essere informato sui rischi ai quali potrebbe esporre sé stesso e l’ambiente circostante.

L’addestramento dovrà prevedere invece esercitazioni pratiche atte a raggiungere un automatismo tale da evitare distrazioni fatali nei momenti di necessità.

Quando il lavoratore dovrà intraprendere corsi sicurezza sul lavoro?

Sempre l’art.37 sancisce che alla costituzione del contratto lavorativo l’occupato dovrà già essere formato in base alle normative della specifica categoria d’impresa. Anche in caso di trasferimento o cambio di ruolo operativo è obbligatorio valutare se esistono nuovi rischi, per i quali si esige un’integrazione formativa prima di cominciare la nuova mansione. L’introduzione in azienda di nuovi macchinari, di tecnologie innovative e impianti mette come priorità assoluta la conoscenza dei funzionamenti e l’informazione sui nuovi rischi da arginare.

Corsi sicurezza sul lavoro: danno – rischio – pericolo

Cosa dice la legge sulla sicurezza sul lavoro riguardo ai concetti di danno, rischio e pericolo? Il danno è tutto ciò che consegue dopo un evento negativo che ha causato una riduzione qualitativa e funzionale della vita del lavoratore. Il rischio è la probabilità che un potenziale danno possa occorrere durante le ore di impiego, e che alcuni agenti possano ledere anche le aree circostanti. Il pericolo è dato invece dalla tipicità intrinseca di un determinato ruolo o ambiente lavorativo (sostanze, attrezzi) atta a causare potenzialmente dei danni.

Sicurezza sul lavoro: infortunio e malattia professionale

L’infortunio è un trauma procurato dal lavoratore in azienda che procura lesioni o un cambiamento sfavorevole del suo stato di salute. La malattia professionale invece definisce danni cronici attribuibili alla mansione specifica dell’addetto. Le patologie correlate al lavoro sono sempre rilevate in base a due fattori:

– causa

– tempo.

Ad esempio una postura sbagliata sul lavoro, nel perdurare del tempo, può causare una patologia per la quale il lavoratore può denunciarne la responsabilità e richiedere un risarcimento. Per questo è imprescindibile per l’imprenditore sapere cosa dice la legge sulla sicurezza sul lavoro.

Sicurezza sul lavoro: i soggetti responsabili

Il servizio di prevenzione e protezione erroneamente chiamato “antinfortunistica” è un organo fondamentale in azienda per proteggere i lavoratori, atto a:

individuare tutti i fattori di rischio presenti

valutare i rischi nelle varie mansioni

elaborare misure di sicurezza sul lavoro.

Per questo esiste un personale tecnico responsabile che viene formato dai migliori corsi sicurezza sul lavoro; nessun addetto o imprenditore può sostituirsi alla figura preposta che ha studiato la normativa e sa come applicarla ad hoc.

Bypassando tutta la scala gerarchica che va dal datore di lavoro, ai quadri dirigenziali, ai preposti come capofabbrica e capomastri si arriva alla fascia più vulnerabile: quella dei lavoratori. Sarà scelta tra di loro la figura chiave del Rappresentante Lavoratori per la Sicurezza (R.L.S.) che dopo efficaci corsi di specializzazione tenuti da specialisti esterni, potrà essere il punto di riferimento per i suoi colleghi.

Requisiti per l’utilizzo dei fitofarmaci

corsi per il patentino dei fitofarmaci
Da qualche anno, la normativa italiana si è aggiornata per quanto riguarda l’impiego dei prodotti fitosanitari. Si tratta di tutti quei prodotti utili alla protezione e la conservazione di organismi vegetali e sono sempre più in uso all’interno delle realtà aziendali. Se prima l’unica certificazione richiesta in questo ambito riguardava soltanto i rivenditori, dal 2019 è necessaria una formazione specifica anche per l’acquisto e l’impiego di questa categoria di prodotti. Va da sé, quindi, che qualsiasi azienda ne faccia utilizzo avrà necessariamente bisogno di un professionista correttamente formato nell’utilizzarli e gestirli. Grazie alla società specializzata in formazione TINI, con sede a Torino, è però possibile seguire un corso dedicato per ottenere le certificazioni necessarie a operare in questo settore.

Corso per il patentino per la gestione di fitosanitari: come funziona

Il corso per il patentino dei fitofarmaci si suddivide in tre moduli che, insieme, consentono sia di approfondire tutte le conoscenze necessarie alla gestione dei fitoterapici che di mettere in pratica quanto appreso. Il primo modulo è dedicato agli aspetti giuridici. Come indicato in precedenza, infatti, la legislazione sul tema dell’utilizzo dei fitoterapici si è evoluta molto nel corso degli ultimi anni, sia a livello nazionale che europeo. Grazie a questa prima parte, il corsista affronterà un dettagliato excursus delle normative, riuscendo in questo modo a sapere con puntualità quali siano le norme di legge che devono essere seguite per operare con questi prodotti.
Dopo la prima parte, che fornisce un quadro generale, il secondo modulo scende più nel dettaglio, andando ad analizzare le caratteristiche dei prodotti in sé in modo che il corsista possa conoscerli sotto ogni aspetto. Si parlerà dei rischi associati all’utilizzo dei fitosanitari, in modo da essere sufficientemente preparati a evitare spiacevoli inconvenienti. A tal proposito, verranno approfondite alcune misure in grado di ridurre i rischi per le persone, oltre che dettagliate strategie di produzione e difesa integrata e contenimento biologico. Inoltre, il modulo approfondisce quali siano le corrette tecniche di trasporto, come si utilizzano gli strumenti di protezione individuale e di applicazione dei prodotti fitosanitari. Infine, una lunga parte è dedicata alla valutazione comparativa di questi prodotti. Un professionista qualificato, infatti non ha, all’interno dell’azienda, il solo compito di maneggiare i fitoterapici ma anche di sceglierli e acquistarli. Questo, ovviamente, comporta essere perfettamente in grado di riconoscerne le caratteristiche, selezionando i prodotti di maggior qualità e che più rispondono alle proprie esigenze specifiche. Il tutto, ovviamente, per contenere i rischi associati a questi prodotti.
Infine, il terzo modulo è quello dedicato alla verifica delle conoscenze acquisite. Al termine del percorso, infatti, è prevista una serie di test teorici mirati alla verifica dell’effettiva acquisizione delle competenze contenute nel corso. Solo in questo modo, infatti, si può essere sicuri che le nozioni trasmesse siano sufficienti all’acquisizione del certificato finale.

Quanto dura il corso e che tipo di certificazioni rilascia

Il corso, nella sua interezza, offre venti ore di formazione, suddivise all’interno dei tre moduli. Al termine del percorso, previo superamento dei test previsti all’interno del modulo conclusivo, viene rilasciato un attestato che certifica l’abilitazione all’utilizzo, la selezione e l’acquisto di prodotti fitosanitari secondo le normative più recenti. Doveroso segnalare anche il fatto che, per mantenere l’abilitazione, è necessario seguire dei percorsi di aggiornamento che consentano di rimanere al passo con i tempi man mano che il mercato si evolve. In questo caso, ad un costo ridotto e per un ammontare complessivo di dodici ore di formazione, è possibile usufruire di questo corso per un semplice aggiornamento professionale.

Food service, il servizio della ristorazione per ogni esigenza

food-service

Che cos’è il Food Service e perché è un servizio molto importante per il business gastronomico? Il settore della ristorazione ha spesso subito numerose rivoluzioni, in quanto la pianificazione del cibo da preparare deve essere ottimizzata, così da rispondere subito agli ordini e alle consegne dei clienti. Questo servizio supporta le imprese gastronomiche e aumenta la loro efficienza.

Con Food Service, intendiamo una tipologia della ristorazione che si appoggia al cibo pronto da cucinare: vengono consegnate tutte le attrezzature necessarie per la preparazione del cibo. Alcuni dei prodotti più diffusi sono le salse, i prodotti caseari, così come della panetteria e della pasticceria. In alcuni casi vengono inclusi anche i prodotti congelati. Il grande assortimento proposto dal Food Service non è in alcun modo da sottovalutare, in particolare per le catene che devono far fronte a un grande flusso di clientela. Su Pregis.it, è possibile approfondire un catalogo molto vasto di prodotti tra cui scegliere.

Food Service: cos’è?

Il trend del Food Service è ormai in netto aumento. Negli ultimi anni, si è diffuso un po’ ovunque, non è più una semplice abitudine, ma una certezza per tantissimi punti vendita. L’offerta, oltretutto, è migliorata rispetto al passato: c’è un controllo e una selezione degli ingredienti davvero elevata. Anche i processi produttivi subiscono il medesimo controllo della qualità, pertanto questo aspetto non è da mettere in discussione.

Il nostro modello di vita attuale è cambiato rispetto al passato. Di conseguenza, le abitudini alimentari sono diventate più un’esigenza da consumare velocemente, ma senza rinunciare al sapore e alla bontà. Per venire incontro alle richieste dei consumatori, si è scelto di ideare un servizio che potesse ottimizzare i tempi, ma allo stesso modo vendesse pasti ottimi, per il sapore, mantenendo la tradizione culinaria.

Elementi del Food Service

Che cosa apporta il Food Service al ristorante? Quali sono gli effettivi vantaggi? Prima di tutto, si pone il cliente al centro della strategia. Il tempo di preparazione delle ricette sarà nettamente più ridotto. In questo modo, potrai concentrarti su altri fattori, come migliorare il servizio. La strategia di vendita avrà i suoi vantaggi, in particolare se il tuo locale si trova in un punto molto affollato all’ora di pranzo, vicino agli uffici.

Le aziende di servizi alimentari si sono adattate a standard molto rigorosi e qualitativamente alti. La sicurezza in materia alimentare non è mai abbastanza, e pertanto potrai di certo affidarti ai servizi migliori. Ci sono altri due aspetti che, nel complesso, fanno pendere l’ago della bilancia, come la riduzione dello spreco e i prezzi di vendita dei prodotti.

Dal momento in cui con il Food Service riceverai ingredienti specifici per la preparazione di determinati piatti, non dovrai acquistare ulteriori prodotti. Pertanto, combatterai lo spreco e potrai mostrare ai tuoi clienti di tenere alla filosofia ecosostenibile. Infine, i prezzi non sono poi così esagerati: molto accessibili, in base alla tipologia della propria attività.

Strategia di fidelizzazione (e non solo)

Infine, considera questa scelta come una vera e propria strategia di fidelizzazione. Che cosa significa? Un cliente, all’ora di punta, vuole mangiare bene, ma vuole anche ottimizzare i tempi, senza attendere troppo tempo per il proprio pasto. Dal momento in cui il Food Service è un servizio di ristorazione espresso, potrai offrire il massimo, senza alcun problema.

Nato negli Stati Uniti, la fornitura di prodotti alle imprese gastronomiche è ormai diventato un trend di cui non si può più fare a meno. Qualità, risparmio, velocità e sicurezza: elementi imprescindibili per qualsiasi ristoratore, che si possono ottenere solo affidandosi al miglior servizio di Food Service possibile. Scegli tra numerose ricette sfiziose: i tuoi clienti non potranno fare a meno di venire da te!

Compressori per l’industria: cosa sono?

scegliere il compressore industriale giusto

I compressori per l’industria sono dei macchinari che incrementano la pressione di un gas tramite l’energia meccanica.
Il processo è necessario poiché consente di sfruttare l’energia prodotta dalla compressione dell’aria per eseguire una specifica attività. Questi compressori, generalmente, si impiegano nell’ambito industriale, in quanto rappresentano un ottimo aiuto per l’essere umano. Grazie ad essi, si possono svolgere innumerevoli mansioni in maniera ottimale e in breve tempo. Molti compressori industriali al giorno d’oggi hanno una resistenza altissima al calore, che gli consente di lavorare mantenendo una produttività eccellente fino a 45 gradi. Durante l’inverno invece, si consiglia di inserire i compressori in locali in cui la temperatura non scende al di sotto dello 0. In un’era digitale come quella che stiamo vivendo, si è arrivati a controllare un compressore industriale pure da remoto. È l’ideale per ottimizzare il lavoro e aumentare la sicurezza dello stesso.
Le componenti che permettono tale controllo sono ovviamente dei sensori (in grado di rilevare tutti i parametri) e una centralina (in grado di elaborarne i risultati attraverso un software).

Se hai la necessità di scegliere un compressore per la tua industria, ti consigliamo di visitare il sito di Steri, che da oltre cinquant’anni si occupa di fornire questi macchinari a diverse aziende italiane.

Come agiscono i compressori industriali

L’elemento base per far funzionare i compressori è rappresentato dal mix dei componenti che rendono possibile il processo di compressione dei gas. Nel processo si possono impiegare in due differenti tipologie di tecnologia: meccanica e dinamica. La tecnologia meccanica è quella che si utilizza maggiormente. Si verifica con dei movimenti precisi di un pistone o di una vite. La compressione del gas invece, avviene diminuendo il volume a disposizione.
La tecnologia dinamica comprime il gas, facendolo passare attraverso specifiche turbine o centrifughe. I compressori per l’industria, usufruiscono di un motore elettrico, quindi, l’energia trasmessa fra il motore e il gruppo di compressione si distingue in trasmissione a cinghia e diretta. La trasmissione diretta a differenza di quella a cinghia, assicura un vantaggio importante, poiché quest’ultima lavora senza alcuna perdita di energia. Per quanto riguarda la scelta del compressore, va precisato che in commercio ne esistono molteplici tipologie. Prima di acquistarne uno, comunque, è bene valutare alcuni aspetti. In primis il settore industriale in cui dovrà operare, nonché l’obiettivo del suo funzionamento. A livello ambientale è necessario valutare la possibile presenza di gas o polveri nocive. L’eccesso delle sostanze in questione, diminuirà la vita dell’apparecchio, provocando il bisogno di più manutenzione del dovuto. Il rischio che porta la presenza di gas è quello di ostruire i filtri e ulteriori componenti sensibili del compressore.

Tipologie di compressori per l’industria

Vi sono differenti compressori industriali: a vitea membrana, a pistoni oppure a diaframma.
I compressori a vite hanno due alberi rotanti che lavorano in maniera eccellente ruotando in senso contrapposto. Così facendo si imprigiona l’aria, che poi, subito dopo, viene trasportata sul lato opposto. Il fine è quello di aumentare la pressione del macchinario. Molti modelli di compressori a vite ormai, hanno dei dispositivi di sicurezza che vanno a bloccare lo strumento quando parte e quando percepisce una temperatura negativa. I compressori industriali a pistoni presentano delle valvole (di apertura e chiusura) e tramite esse vengono messe in contatto la camera dentro al cilindro presente con la tubazione di aspirazione e quella della mandata. I compressori a membrana svolgono il processo di compressione tramite un cilindro che al posto di un pistone o di una vite contiene un apposita membrana. Questo compressore, in genere, si impiega nel settore farmaceutico, chimico e alimentare in quanto è molto silenzioso.

La lubrificazione

Qualunque fluido una volta che viene compresso si riscalda, e il calore deve per forza essere asportato. La lubrificazione dunque, svolge un importante ruolo nel processo di compressione per ridurre l’attrito delle parti. Nei compressori a vite, il lubrificante si inserisce nel gruppo compressore, mentre nei compressori a pistoni c’è un carter specifico per contenere l’olio. I gomiti dell’albero sbattono in questo carter e si lubrificano.

Oleodinamica Mas: per la manutenzione e il collaudo degli apparati oleodinamici

manutenzioni di impianti oleodinamici
Proprio come qualsiasi altro macchinario e sistema inerente all’industria meccanica, anche gli apparati oleodinamici, con l’usura e l’uso continuato nel tempo, possono essere esposti a delle variazioni delle loro prestazioni.
Più nello specifico, le cause che determinano dei cali nelle attività produttive di questi sistemi sono:

    • l’inevitabile usura della componentistica;
    • il reciproco assestamento delle parti che si muovono nell’impianto;
    • i cambiamenti delle proprietà intrinseche dell’olio idraulico impiegato.

 

La manutenzione degli impianti oleodinamici

L’unico modo per poter porre rimedio a tutto ciò, è la necessaria manutenzione di cui i sistemi oleodinamici, come qualsiasi altro impianto meccanico, abbisognano per preservare le funzionalità di tutta la componentistica e delle conseguenti prestazioni che tali apparati e macchinari dovrebbero garantire.
Di per sé, tutte le attività di manutenzione sono sempre state caratterizzate da attività ordinarie e straordinarie.
Rientrano nelle attività ordinarie tutte le operazioni periodiche di controllo e manutenzione dei sistemi, da attuare ad intervalli regolari e prestabiliti. Al contrario, sono straordinarie quelle operazioni improvvise che si effettuano in diretta conseguenza di perdite, danni strutturali o cali vertiginosi delle performance offerte.
Quale che sia l’esigenza del singolo impianto, l’Oleodinamica Mas è ormai un brand dall’esperienza pluriennale affermato nell’ambito dell’oleodinamica, grazie ai suoi esperti e la loro formazione altamente professionale, in grado di operare con velocità ed efficienza su qualsiasi tipo di sistema e dispositivo oleodinamico, riparando anche i danni più gravi e risollevando così dei fermi9 critici impianto.
Il personale competente di Oleodinamica Mas può lavorare agilmente con diversi sistemi, come centrali oleodinamiche, sedi di collaudo, presse, escavatori, trituratori e macinatori, e perfino attrazioni di parchi a tema, ma non solo.
I settori di pertinenza di Oleodinamica Mas sono:industria;
trasporto;
settore nautico;
settore ferroviario;
agricoltura;
riciclaggio.

Servizi offerti da Oleodinamica Mas

Nello specifico, Oleodinamica Mas è in grado di effettuare operazioni di manutenzione oleodinamica  ordinarie e straordinarie, finalizzate a verificare le condizioni dell’impianto, lo stato delle componenti e gli eventuali interventi richiesti. Pertanto, offre una gamma piuttosto ampia di servizi, non solo riparazioni, ma anche osservazione dell’olio idraulico e tutte le parti che della componentistica del sistema e che ne garantiscono il suo funzionamento, al fine di fornire al cliente un resoconto completo delle condizioni dell’impianto oleodinamico analizzato.
Tra i servizi offerti, figurano anche il flussaggio e filtraggio di tutto il sistema oleodinamico, di modo da garantire una più lunga ed efficiente vita alle migliorie apportate dalle operazioni di manutenzione. In più, l’Oleodinamica Mas si occupa anche di installazione e operazioni di cablaggio direttamente sui dispositivi, nei locali in cui sono collocati, per un tempestivo ed efficace servizio di assistenza e manutenzione completo, preciso e competente. Infine, è possibile anche commissionare molteplici operazioni diversificate di revisione e collaudo completo dell’impianto oleodinamico, della sua componentistica e di tutti i macchinari, garantiti, peraltro, dal rilascio di un certificato ufficiale e accurato, il cui scopo è quello di garantire la riuscita di ogni intervento di manutenzione svolto e, di conseguenza, la ritrovata funzionalità e il completo recupero delle elevate performance di tutti gli elementi che sono stati soggetto di manutenzione, sia essa ordinaria o straordinaria. L’Oleodinamica Mas si è specializzata a tal punto da poter riparare ogni pompa oleodinamica di tutti i più famosi brand sul mercato, e il loro collaudo viene attuato per mezzo di banco prova dinamico, la cui potenza massima è di 50 KW. In definitiva, se si cerca affidabilità, discrezione e la più alta formazione professionale nel campo dell’oleodinamica, allora Oleodinamica Mas può rispondere a queste esigenze. Per ulteriori informazioni, visitare il sito del brand e contattare attraverso i canali ufficiali lì presenti, come il comodo form che consente, mediante la veloce compilazione delle generalità personali e dell’azienda, e una spiegazione accurata, di richiedere direttamente un intervento per il proprio impianto oleodinamico.

Siti per annunci gratis: quali scegliere e perché

siti annunci gratis

Se una volta per gli annunci si utilizzavano giornali locali, oggi la piazza di Internet ci dà modo di sfruttare tutta la potenzialità del territorio aumentando il bacino di contatti; proprio per questo motivo sono nati diversi siti che trattano annunci ma non tutti sono gratis come dicono. Se stai cercando siti dove pubblicare annunci gratis oggi ti sveliamo una vera chicca: Grandi Annunci è un portale conosciuto e molto frequentato che permette davvero la pubblicazione di annunci gratuiti; zero commissioni all’iscrizione, nessun pagamento alla pubblicazione ma soprattutto nessuna percentuale sulla vendita. Grandi Annunci mantiene la sua promessa e diventa quindi uno dei portali più cliccati in Italia per il settore. Con categorie vaste che spaziano dal lavoro alle vacanze, dagli immobili alle auto, Grandi Annunci copre tutto il territorio nazionale offrendo una divisione capillare con oltre 20.000 comuni per trovare le offerte più vicine. Apprezzato sia dai venditori che da chi acquista, Grandi Annunci è un ottimo sito per annunci che garantisce massima serietà.

Siti per annunci gratis: dove pubblicare

Chi è alla ricerca di un sito dove pubblicare annunci gratuiti non può non cedere al richiamo di Grandi Annunci: con la possibilità di inserire un testo accompagnato da 20 foto senza dover versare nessuna cifra. Grandi Annunci è gratuito davvero, in ogni sua fase di utilizzo sia da parte di chi pubblica l’annuncio, sia da parte di chi acquista.

Come utilizzare Grandi Annunci

Grandi Annunci si distingue tra i siti per annunci gratis per la facilità di navigazione e la chiarezza di utilizzo. Dopo essersi registrati, seguendo una procedura guidata estremamente intuitiva, si può procedere alla creazione del proprio annuncio. Una volta completato il proprio account inserendo i dati aziendali, la partita iva e l’indirizzo, contatto telefonico e indirizzo email. Tra i plus c’è la possibilità di inserire il link del sito web senza dover pagare nulla. La pubblicazione è assolutamente facile e veloce: è sufficiente seguire la procedura e compilare i campi per poter vedere online l’annuncio. Oltre ad essere gratuito non c’è limite alle pubblicazioni: il numero degli annunci che si possono inserire è illimitato. Nessuna distinzione tra aziende o privati: il servizio di pubblicazione annunci è sempre gratuito.

Perché pubblicare su un sito di annunci

Grandi Annunci è un portale famoso, uno tra i più famosi in Italia, specializzato proprio nella pubblicazione e divulgazione di annunci. Con un sistema davvero gratuito il portale ha conquistato la fiducia di moltissimi utenti che sono la vera forza del sito. Più utenti online attivi, più c’è possibilità che quegli annunci vengano visti da un potenziale interessato. Con un’ottima visibilità anche grazie alle citazioni in radio, sui social e su altri canali, Grandi Annunci firma importanti collaborazioni con brand che acquistano banner proprio con lo scopo di giovare della visibilità di un sito tanto conosciuto e frequentato. Pubblicare su Grandi Annunci è gratuito, ed è forse uno dei motivi principali per cui sceglierlo, ma ha dei plus come ad esempio la possibilità di inserire il link al proprio sito per aumentare le visite o quello di aggiungere fino a 20 immagini ad ogni annuncio. Insomma, senza spendere nulla potreste riuscire ad ottenere ottimi benefici sia sul personal branding sia riuscendo a vendere prodotti o servizi.

Che tipo di annunci si possono pubblicare

Grandi Annunci tratta diverse categorie: va a lavorare su territorio, proponendo una mappatura puntuale e spazia negli argomenti. Tra le categorie troviamo abbigliamento, una intera sezione dedicata agli animali con annunci per ritrovare cani smarriti ma anche per pet-sitter o altri servizi dedicati agli amici a 4 zampe, vengono poi trattate tematiche lavorative con annunci commerciali o di case vacanza che potrai vendere o affittare dopo aver calcolato il valore immobiliare senza dimenticare la categoria viaggi in cui compaiono hotel, strutture e altri servizi dedicati.

Clinica dermoestetica Cristal Beauty: previeni l’invecchiamento della pelle

trattamenti di dermoestetica
La dermoestetica o medicina estetica è un ramo differenziato della dermatologia , unisce infatti la dermatologia con l’estetica. Si occupa di eliminare imperfezioni esistenti ma anche di prevenzione dell’invecchiamento cutaneo. Tratta la correzione di inestetismi, in maniera non invasiva, in quanto non vengono utilizzate tecniche chirurgiche. Cristal Beauty, che si occupa da anni di questo settore, crede molto nella dermoestetica ed ha puntato sulla formazione interna per raggiungere elevati livelli di qualità, per offrire il massimo ed essere sempre all’avanguardia con tecniche ed apparecchiature. Effettua trattamenti moderni, con la passione e la dedizione che la contraddistingue da sempre. Vediamo ora insieme, più nello specifico di cosa si tratta e quali benefici apporta al nostro corpo.

Trattamenti dermoestetici offerti da Cristal Beauty

Cristal Beauty effettua a Rivalta di Torino, i migliori trattamenti di medicina estetica:

    • Filler: si tratta di una sostanza iniettabile , che ha lo scopo di ridurre le imperfezioni , crea volume, lo modifica e rinnova; è un trattamento largamente utilizzato. Generalmente la sostanza utilizzata è l’acido ialuronico; esistono inoltre svariate zone del corpo che possiamo trattare con il filler come per esempio, gli zigomi, la bocca , naso, mandibola , mento.
    • Filler capelli: il trattamento è finalizzato a nutrire e a far crescere più sani i capelli. Vi sorprenderà con la sua efficacia.
    • Blefaroplastica non invasiva: si tratta di un intervento non invasivo che va ad alzare la palpebra e ridona la naturale bellezza e ampiezza all’occhio.
    • Radiofrequenza frazionata del viso: un trattamento che riduce i segni di cicatrici ed inestetismi, largamente utilizzato per il suo potere rinvigorente sui muscoli del viso e del collo.
    • Asportazione nei, tecnica utilizzata sia per estetica che prevenzione.
    • Rinoplastica non invasiva: ridisegna i lineamenti del naso senza tecniche chirurgiche, ma sfrutta l’acido ialuronico e botulino per effettuare modifiche e riempimenti.
    • Mesoterapia: molto utilizzata e ricercata come tecnica, elimina la ritenzione idrica e la buccia d’arancia. Utilizzata anche per altre terapie antiestetiche.
    • Lifting del viso non invasivo, ottimi risultati assicurati.
    • Lipofilling, questo trattamento rimodella l’intero corpo , riempie le zone che necessitano di essere riempite e dona le forme desiderate.
    • Botox, la tossina botulinica o più comunemente chiamata botox, rilassa la muscolatura per eliminare rughe e segni del tempo, inevitabili con l’avanzare dell’età.
    • Flebologia con micro incisione, trattamento dedicato alla varici o vene varicose.

I vantaggi di rivolgersi a Cristal Beauty

Presso il centro specializzato in dermoestetica Cristal Beauty, si effettuano i migliori trattamenti mettendo a disposizione specialisti con altissimi livelli di preparazione tecnica per darvi un’esperienza unica e sicura. La clinica dermoestetica, si occuperà di ritardare i segni del tempo, vi coccolerà con prodotti all’avanguardia e rimodellerà il corpo in modo naturale e mantenendo intatti i lineamenti, rinfrescherà e rigenererà la vostra pelle con peeling rigeneranti e trattamenti pensati e realizzati per il vostro benessere fisico, non soltanto per il fattore estetico.I migliori trattamenti, realizzati da personale esperto e specializzato vi aspettano per avere la migliore esperienza possibile.
I percorsi saranno creati appositamente sulle basi delle reali esigenze del vostro corpo, non lasciando segni evidenti se non i risultati sperati e tanto voluti.

Soluzioni per la pulizia a vapore REA srl

rea macchine per la pulizia con il vapore secco

L’azienda REA Steam Cleaning ha una lunga esperienza che parte dal 1986 a Torino. Il suo fondatore, Virginio Sassi, è stato il primo in Italia ad avere l’intuizione di sfruttare le caratteristiche del vapore saturo e secco per lavare, sgrassare e sanificare ambienti e prodotti sia nel settore professionale che industriale. Grazie alle innovazioni tecnologiche e logistiche messe in campo, mantenendo l’esperienza del personale tecnico e commerciale, l’azienda è diventata un punto di riferimento in tutto Europa nel campo della pulizia professionale tramite vapore saturo.

La REA Steam Cleaning S.R.L. possiede la certificazione ISO 9001 e ha tantissimi clienti tra cui noti brand dell’industria alimentare, meccanica, automobilistica, aerospaziale e così via.
Grazie a un team professionale, altamente qualificato e sempre aggiornato, l’azienda riesce a soddisfare ogni richiesta ed esigenza della propria clientela.

Perché Rea Steam Cleaning si distingue dai competitor

Nel settore dei generatori di vapore per uso intensivo, molte aziende produttrici investono poco in macchine professionali ad alta potenza, sia in termini di produzione che di denaro.
La REA Steam Cleaning, invece, ha deciso sin da subito di specializzarsi in modo esclusivo sulle macchine e i sistemi di lavaggio che utilizzano potenze che vanno dai 9 ai 144 kW. Oltre a queste caratteristiche, i suoi macchinari offrono prestazioni di alto livello e affidabilità nel tempo.
Occorre porre l’attenzione sulle diverse esigenze che i clienti possono avere. Infatti, igienizzare un pavimento di un ristorante non equivale a pulire impianti industriali che lavorano costantemente producendo grandissime quantità di sporco. Inoltre, gli impianti e strumenti industriali attivi a ogni ora del giorno, tutto l’anno, non possono essere puliti e sanificati con lo stesso generatore di vapore utile a piccole officine meccaniche. A differenza dei competitor, quindi, REA Steam Cleaning dimostra di poter vantare soluzioni ideali per ogni esigenza.Le principali caratteristiche che offre l’azienda sono le seguenti:

    • Attrezzature di lavaggio realizzate con materiali affidabili e resistenti come l’acciaio. La stessa cosa vale per i generatori di vapore.
    • La REA Steam Cleaning propone anche un alto grado di personalizzazione che permette ai prodotti dell’azienda di essere molto versatili. È, infatti, possibile creare attrezzature su misura e generatori di vapore con peculiarità che riescano a soddisfare le esigenze di tutti i tipi di clienti;
    • Le attrezzature studiate da Rea Steam Cleaning sono ideate e create per utilizzare vapore secco e sono strutturate sul modello di quelle delle idro-pulitrici.

Servizi e prodotti offerti da REA

La REA Steam Cleaning è specializzata nella realizzazione di generatori e macchine a vapore saturo che permettono di pulire, igienizzare e sanificare ogni tipologia di macchinario e superficie.Nello specifico, i prodotti offerti dall’azienda sono:

    • Generatori di vapore mobili
    • Generatori di vapore secco fissi
    • Accessori professionali per l’uso del vapore

Per quanto riguarda le pulizie in linea, REA crea macchinari per:

    • Pulizia e sanificazione nastri trasportatori
    • Pulizia tubi e trafilati in genere
    • Pulizia e sgrassaggio pezzi in linea, filo e piattine

Disinfezione a vapore contro il Coronavirus Covid-19

I prodotti a vapore di REA Steam Cleaning consentono di sanificare gli ambienti e le superfici contro il Covid-19 (sopra i 70°C, infatti, la maggior parte dei virus non resiste). Il getto di vapore va effettuato a una distanza di non oltre 10 cm. Questo modo di operare è ideale per piccole superfici. Per ambienti di grandi dimensioni, invece, risulterebbe troppo lento. Infatti, in questi casi si usa il vapore per nebulizzare un particolare disinfettante, molto efficace, che viene spruzzato tramite il getto.