Come possiamo allenarci a casa propria?

Come allenarsi a casa propria

Come possiamo allenarci a casa propria? Ti stai chiedendo qual è il modo migliore per stare in salute nelle nostre case? Ti chiedi se vale la pena dedicare del tempo per andare in palestra e pagare gli abbonamenti e le attrezzature? Dai un’occhiata a questo articolo per alcune informazioni su come allenarti a casa. Innanzitutto, sai che l’esercizio fisico può far parte della tua routine quotidiana e può aiutarti a rimanere in salute? (more…)

Le origini della medicina estetica

l'origine della chirurgia estetica
Contrariamente a quanto si pensi, la chirurgia estetica ha origini antichissime. Le prime testimonianze di interventi di chirurgia plastica risalgono infatti all’epoca degli antichi egizi, riportate a noi tramite papiri del 3.000 a. C. dove vengono raffigurate operazioni di traumi facciali, fratture nasali e della mandibola.
Per la ricostruzione di nasi, orecchie e labbra bisogna però arrivare nell’Asia del 400 a. C., dove queste pratiche erano molto utilizzate dalle popolazioni indù poiché il sistema giudiziario del tempo prevedeva amputazioni in caso di reato.
Lo sbarco in occidente della medicina estetica lo dobbiamo però ad Alessandro Magno, che nel 4 secolo a. C. invase l’India e importò queste nuove tecniche nel territorio europeo. La chirurgia estetica si diffuse in Europa alla velocità della luce, soprattutto nella Roma antica. Proprio a Roma si avvalse di queste pratica l’imperatore Giustiniano, che dopo essere stato rovesciato dal trono e sfregiato sul naso, impiegò la chirurgia plastica per sistemare il difetto fisico e tornare al comando.

Medioevo: un periodo buio per la chirurgia estetica

A seguito della caduta di Roma e dell’avvento dei barbari, queste tecniche chirurgiche cominciarono lentamente ad essere dimenticate. Questo fa del Medioevo un periodo, sotto questo punto di vista, di estrema arretratezza, dove però non sono mancate alcune eccezioni. Nel 920 nel Leechbook of Bald, un antico libro inglese di pratiche mediche, viene descritta la prima operazione atta a correggere la palatoschisi.
Nel 13º secolo però papa Innocenzo III proibì ogni intervento chirurgico, questo comportò che la maggior parte dei medici dell’epoca iniziarono a vedere queste operazioni come disonorevoli, lasciandole divenire competenza dei barbieri.
È solo grazie agli arabi che successivamente queste pratiche tornarono in auge anche nel Vecchio Continente

In Italia?

Come dicevamo prima, nel medioevo effettuare operazioni di chirurgia estetica era diventato mestiere per barbieri. Proprio in Italia si svilupparono infatti numerose famiglie che erano solite tramandarsi il mestiere di generazione in generazione. La più famosa di queste famiglie fu sicuramente la famiglia Branca, che nel 1442 reintrodusse la costruzione del naso con l’antica tecnica indiana. Come riportato dalla descrizione che ne diede Alexander Benedictus, i Branca per riparare le parti della faccia interessate utilizzavano pelle proveniente dal braccio. Questa tecnica in seguito venne ribattezzata come “metodo italiano“.

I chirurghi inglesi e l’inizio della chirurgia moderna

Nel 16º secolo iniziò nuovamente un periodo buio per la chirurgia, che terminò soltanto nel 18º secolo grazie agli inglesi, dopo l’invasione dell’India. Un chirurgo inglese di nome Lucas, descrive in una lettera del 1794 una ricostruzione nasale a cui aveva assistito in India. Tra i lettori a cui Lucas si rivolse c’era Joseph Carpue, chirurgo inglese che dopo essersi esercitato sui cadaveri praticò nel 1816 una rinoplastica ad un ufficiale mutilato da una sciabolata, ridando così nuovo splendore alla chirurgia indiana.
Due anni dopo l’allora più famoso dottore del tempo Carl Von Gräfe pubblicò un saggio contenente 55 operazioni diverse di rinoplastica, blefaroplastica e palatoplastica. Solamente però nel 1892 Robert Weir arrivò ad una completa ricostruzione del naso grazie all’aggiunta di una parte ossea. Nello stesso anno John Orlando, chirurgo di Rochester, pubblicò uno studio sulla rinoplastica internasale, ovvero concepita per non lasciare cicatrici interne.

La chirurgia plastica volta alla bellezza

Fino alla fine del 19º secolo la chirurgia estetica fu quasi esclusivamente ricostruttiva e di scarso valore. Tutto cambiò allo scoppio della 1º guerra mondiale, da cui migliaia di giovani tornarono sfigurati. Contemporaneamente la chirurgia plastica fu accettata anche dalle università, che negli anni 20 iniziarono ad insegnarla. Questo comportò un notevole aumento di sicurezza negli interventi che adesso potevano contare sull’utilizzo di anestesia, trasfusioni e rischio di mortalità drasticamente diminuito.
Tra le numerose nuove operazioni permesse dalle ricerche la più importante è sicuramente quella al seno. Prima si tentò con iniezioni di materiale sintetico, poi con paraffina e cera d’api(ben presto abolite per i danni recati ai pazienti, successivamente si impiantarono protesi e solo nel 1963 si diffusero gli attuali impianti in silicone.

Come si cucina il farro?

Come si cucina il farro

Ultimamente cucinare i grani antichi è diventato un vero e proprio trend, tra cui appunto il farro.

Quest’ultimo è il cereale più antico coltivato fin dalla nascita dell’agricoltura ed è ricco di sostanze benefiche per l’organismo.

Ma come si cucina? Scopriamolo insieme grazie a questo utile approfondimento che è stato redatto sulla base di approfondite ricerche. Ricerche, che sono state eseguite sui migliori siti di cucina e successivamente sulle pagine Facebook dei più noti chef di cucina italiana, internazionale e moderna.

Che cos’è il farro

Il farro è una delle tipologie di frumento più antiche coltivate dall’uomo, tanto che durante alcuni scavi archeologici ne furono trovate diverse tracce risalenti al Neolitico.

In epoca romana veniva ampiamente utilizzato per preparare non solo pane, ma anche polente, focacce e pietanze servite durante i banchetti nuziali.

Durante questi ultimi gli sposi, al fine di suggellare l’unione matrimoniale, erano soliti consumare una focaccia insieme. L’utilizzo del farro, per la creazione di questa focaccia, indica l’importa di questo cereale già nell’antichità.

Valori nutrizionali e proprietà benefiche del farro

Il farro è uno dei cereali che contiene una minore percentuale di glutine rispetto al frumento; per tale ragione, anche se sarebbe da evitare, arreca meno danni ai celiaci.

Ha un apporto calorico di soli 340 calorie per 100 grammi di prodotto ed è ricco di antiossidanti come acido folico e selenio.

Inoltre contiene fosforo, fibre e vitamine del gruppo B, che si rivelano degli ottimi coadiuvanti per favorire il metabolismo di proteine e grassi e per preservare la bellezza di capelli e pelle.

Quanto deve stare ammollo e quanto deve cuocere il farro

Il farro deve restare ammollo e cuocere in base alla decorticazione e alla perlatura.

Solitamente in commercio si trova il farro decorticato oppure perlato, al quale viene rimossa la glumetta, ossia la pellicola esterna dei chicchi.

Quest’ultimo non deve essere messo in ammollo e necessita di una bollitura che oscilla dai 20 ai 40 minuti.

Se invece opti per il farro decorticato (quello più ricco di fibre), dovrai sciacquarlo sotto l’acqua corrente, metterlo in ammollo per almeno 8 ore e farlo bollire per almeno un’ora in abbondante acqua salata.

Per entrambe le versioni, la dose di quest’ultima deve essere doppia rispetto alla grammatura del cereale.

Come cucinare il farro

Il farro può essere utilizzato non solo per preparare le zuppe rustiche, ma anche le insalate tiepide.

Se utilizzi la farina, diventerà un ottimo ingrediente per realizzare dolci oppure pasta fresca.

Puoi inoltre utilizzare questo cereale come sostituto del riso per preparare sformati e timballi, i quali saranno decisamente ricchi di fibre.

Una volta terminata la bollitura del farro, deve riposare per una decina di minuti, in modo che possa assorbire tutta l’acqua di cottura e diventare morbido.

Puoi scegliere di cuocere il farro anche tramite tostatura oppure al vapore; se opti per quest’ultimo metodo procurati una vaporiera dotata di fori molto piccoli oppure un colino con ganci, così da poterlo fissare su una pentola e non farlo entrare in contatto con l’acqua.

Devi infine adottare un’unica accortezza: il farro deve essere sempre cotto da solo e mai insieme ad altri ingredienti.

Quali cibi abbinare al farro

Il farro può essere abbinato a numerosi cibi, basti pensare alla carne, al pesce, ai frutti di mare e alle verdure.

Come è facile comprendere, si rivela pertanto una validissima alternativa alla tradizionale pasta oppure al riso. Inoltre, con un attimo di fantasia può diventare un ottimo contorno o la base per un piatto unico che può essere servito a pranzo, a cena o durante una festa con i propri amici.

Maiorca, quali sono le spiagge della movida?

Maiorca

Una delle località turistiche maggiormente di moda è l’isola di Maiorca che fa parte dell’arcipelago delle Baleari insieme a Minorca, Formentera ed Ibiza, sue sorelle più “piccole”. Chi si reca per vacanze a Maiorca trova alcune caratteristiche tipiche delle altre tre isole per cui è senza dubbio una meta molto ambita. Grazie ai suoi paesaggi ma anche alle possibilità di divertimento che offre sia di giorno che di sera, Maiorca permette anche una vacanza di completo relax mettendo a disposizione del turista anche delle zone di maggiore tranquillità. Scopriamo insieme l’isola di Maiorca.

Come organizzare il viaggio per Maiorca

Maiorca è una meta adatta a tutti i tipi di turisti con le sue spiagge tranquille che sono l’ideale per chi ama i luoghi selvaggi e rilassanti, mentre per chi ama una maggiore comodità abbinata alla presenza di servizi è possibile usufruire delle spiagge cittadine, nelle quali si trovano lettini e ombrelloni, oltre alla possibilità di frequentare bar e ristoranti. Maiorca è la più grande tra le isole delle Baleari e si può raggiungere facilmente con voli aerei diretti verso il suo aeroporto situato nella parte sud dell’isola, in partenza da molti scali italiani con compagnie low cost. All’arrivo sull’isola la migliore soluzione per gli spostamenti è quella di noleggiare un’auto in modo da avere la massima libertà e non dover sottostare agli orari dei mezzi pubblici.

La vacanza a Maiorca

Dormire a Palma di Maiorca è la scelta migliore per chi vuole abbinare la vacanza sulle splendide spiagge ad alcune visite culturali, e la scelta di alberghi e di appartamenti in affitto è davvero ampia e ben strutturata, con possibilità diverse adatte a tutte le tasche. La zona di Alcudia, nella parte nord orientale di Maiorca è molto adatta per le famiglie, mentre per le coppie la zona ideale è quella di Illettas, alla periferia di Palma di Maiorca, e per i giovani la più adatta è la zona di Magaluf dove si svolge il massimo del divertimento, sia diurno che notturno, con una grande disponibilità di bar, locali e discoteche. Maiorca è anche una delle mete per le quali è possibile acquistare un pacchetto vacanze, destinato soprattutto ai giovani, nei quali è tutto organizzato per poter godere di una vacanza molto intensa per tutta la durata del soggiorno,

Le spiagge di Maiorca

La maggiore isola delle Baleari offre un ventaglio molto ampio di possibilità per quanto riguarda le spiagge, con alternative diverse ma con un dato comune, quello del colore turchese del mare e della limpidezza delle acque. Con la macchina a noleggio a disposizione sarà possibile visitarne molte di quelle che si susseguono lungo la costa. Dalle piccole calette contornate di rocce alle spiagge sabbiose molto ampie, ognuna attrae per le sue caratteristiche diverse ed in alcune si trovano anche dei veri e propri scogli che guardano il blu del mare sottostante.

Tra le baie nascoste si segnalano Cala Boquer e Font de sa Cala e Babò, spiagge minuscole e bellissime, mentre per quanto riguarda le spiagge turistiche ed attrezzate si segnalano quelle che fanno parte della Cala di Ratjada, Pollenca, in pratica il lungomare di Palma de Maiorca e Moreia una spiaggia che si trova nei pressi di Manacor.

Chi ama la natura non può perdere una visita alla spiaggia di Cala del Moro, caratterizzata dalla presenza di sabbia bianchissima, ed a Es Trenc e Cala d’Or, che si trovano nella parte sud dell’isola e sono molto suggestive con il loro ambiente che ricorda le spiagge dei Caraibi. Altre spiagge molto rinomate sono Cala Mesquida, con la presenza di notevoli dune sabbiose, e Cala Agulla.

Quali sono le differenze tra vapore secco e vapore saturo?

vapore secoo e saturo qual è la differenza
Tra gli innumerevoli progressi scientifici di cui siamo stati testimoni negli ultimi anni ce ne sono alcuni che, più di altri, possono migliorare notevolmente la vita quotidiana di tutti noi soprattutto dal punto di vista igienico, per prevenire la comparsa di infezioni e il proliferare di microorganismi che possono portare a patologie più o meno gravi. Specialmente negli ultimi mesi, grazie all’improvviso e nefasto arrivo del Covid-19, tutti, dai semplici cittadini ai proprietari e lavoratori di aziende di diverso tipo, ci siamo resi conto con palese evidenza che un ambiente lavorativo o casalingo opportunamente sanificato è fondamentale per il benessere e la salute personale e di un’intera comunità.
A tal proposito, la scienza ci viene di nuovo incontro in maniera efficace offrendoci la possibilità di utilizzare la forza e l’efficacia pulente del vapore all’interno dei contesti casalinghi, ma soprattutto industriali grazie all’impiego di macchine che erogano vapore ad elevatissime temperature appositamente progettate e realizzate per eliminare lo sporco più ostile e debellare agenti patogeni potenzialmente molto pericolosi.
Ma vediamo di conoscere meglio la natura e le proprietà del vapore, sia quando si presenta in forma umida che secca, così da capire il suo potenziale e molteplici utilizzi nel settore delle pulizie industriali.

Cos’è il vapore saturo?

Innanzitutto, chiariamo che, come probabilmente in molti sanno, il vapore si forma dall’acqua che passa attraverso due stadi distinti, l’ebollizione e l’evaporazione: infatti, quando l’acqua raggiunge il punto di ebollizione, le sue particelle microscopiche cominciano a disperdersi nell’aria e rimangono tali fino a quando la loro temperatura rimane costante, appena cambia ecco che le particelle si trasformano in gas.
Detto ciò, il vapore saturo ha origine nel momento in cui lo stato liquido dell’acqua e la sua ebollizione sono in equilibrio perfetto e, dal punto di vista della sanificazione, il vapore saturo è molto vantaggioso perché lo shock termico che ne sta alla base riesce a distruggere ogni microorganismo presente sulle superfici che subiscono questo tipo di trattamento. Questo tipo di vapore viene utilizzato soprattutto all’interno di contesti industriali perché garantisce una maggiore resa dal punto di vista termodinamico.

Cos’è il vapore secco?

Se il vapore saturo si ottiene dal perfetto equilibrio tra la fase liquida e quella gassosa dell’acqua, il vapore secco viene prodotto nel momento in cui tutto il liquido si è trasformato in gas.
Anche il vapore secco riesce ad eliminare efficacemente agenti patogeni di ogni tipo e questo avviene soprattutto grazie alla perfetta combinazione che avviene al suo interno tra pressione, umidità e temperatura. Infatti, l’alta temperatura gli permette di rompere qualsiasi legame tra lo sporco e le superfici trattate, permettendo al vapore di eliminare i batteri in meno tempo e senza bisogno di utilizzare detergenti chimici dannosi per la salute. L’umidità prodotta insieme all’elevata temperatura – ricordiamoci che l’acqua ad elevate temperature è il più potente solvente naturale – riesce a sollevare lo sporco da qualsiasi superficie o macchinario e a facilitarne la rimozione evitando che possa disperdersi in aria come avviene con altri metodi di pulizia.
Un sistema di pulizia del genere, se svolto da personale esperto, qualificato e dotato della giusta attrezzatura, permette una rimozione dello sporco e dei batteri in minor tempo senza bisogno di utilizzare agenti inquinanti. Inoltre, oltre al minor consumo o assenza di detergenti, anche la quantità di acqua che viene utilizzata è molto ridotta, infatti, si calcola che ci sia un risparmio di circa l’80% rispetto ai metodi di pulizia tradizionali.
Si tratta, quindi, di un metodo di pulizia conveniente e sicuro che prenderà sempre più piede in futuro.

Denti sani ed estetica dentale da Studio Dentistico Cristaldent a Torino

Studio Dentistico Cristaldent

Mentre l’uso corretto e coerente di spazzolino e filo interdentale è essenziale per mantenere denti e gengive sani, visitare il tuo dentista generale ogni sei mesi è una componente vitale della tua salute orale. Il tuo dentista generico può rilevare problemi di salute orale che non possono essere visti senza l’aiuto di un occhio esperto o di strumenti professionali.

Identificando eventuali problemi di salute orale prima che possano progredire, puoi risparmiare dolore e denaro inutili per pagare procedure più estese. L’odontoiatria preventiva assicura che i denti e le gengive rimangano in ottima salute in modo che il tuo sorriso possa durare una vita.

L’obiettivo dell’odontoiatria generale è correggere eventuali problemi di salute orale prima che abbiano la possibilità di svilupparsi. Il tuo dentista o igienista generale presso Studio CristalDent ti aiuterà a mantenere il tuo sorriso forte somministrando un esame di salute orale, radiografie digitali, pulizia e lucidatura professionale dei denti, screening del cancro orale e sigillanti opzionali e/o trattamento al fluoro. Il più grande elogio che riceviamo è attraverso il passaparola degli amici e della famiglia dei nostri pazienti al nostro studio. Promettiamo di onorare le vostre raccomandazioni e di continuare a fornire cure odontoiatriche di qualità incrollabile a tutti i pazienti che entrano dalle nostre porte.

Panoramica
Offriamo servizi che riflettono le esigenze di ogni singolo paziente. Ci prendiamo il tempo per ascoltare tutti i nostri pazienti e rimanere all’avanguardia degli ultimi sviluppi nelle tecniche e nella tecnologia dentale per creare bei risultati di sorriso che durano. Sul nostro sito Web facile da navigare, troverai una mappa della nostra posizione con le indicazioni per il nostro ufficio e informazioni relative alle nostre numerose procedure dentistiche, inclusi i sintomi del paziente per la tua formazione.
Puoi anche conoscere il nostro staff nella nostra sezione chi siamo. Per tua comodità, abbiamo anche fornito nuovi moduli per i pazienti stampabili per farti risparmiare tempo in sala d’attesa.

Cosa aspettarsi

Assicurati di informare il tuo dentista su tutte le informazioni necessarie riguardanti la tua salute personale e tutti i farmaci che potresti assumere in modo che possiamo garantire al meglio la tua sicurezza e cura con ogni procedura. Offriamo sedazione odontoiatrica per i pazienti che possono provare ansia o avere difficoltà a ricevere le cure dentistiche di cui hanno bisogno.

La prevenzione è l’obiettivo

L’esame odontoiatrico può rilevare i problemi in anticipo, sono molto più facili e meno costosi da trattare. Più il tuo dentista conosce la tua salute generale, più può essere efficace nell’affrontare le tue esigenze di salute orale.

Durante la visita odontoiatrica

Il tuo dentista probabilmente controllerà i tuoi denti per la carie e valuterà la salute delle tue gengive. Il tuo dentista o igienista dentale pulirà quindi i tuoi denti. Il tuo dentista presterà particolare attenzione alla placca e al tartaro. Ci prendiamo il tempo per ascoltare ogni paziente.
Ascoltiamo le tue preoccupazioni e la visione del sorriso per offrirti un’esperienza dentale incredibile incentrata sulla tua salute orale e sul tuo comfort. Non vediamo l’ora di vedervi presto!

Dalle pulizie e dagli esami agli impianti dentali, faccette dentali e persino apparecchi ortodontici, i dentisti di Studio Cristadent a Torino possono tirare fuori il meglio dal tuo sorriso.

VISITA ODONTOIATRICA GRATUITA
Sarai presentato a tutti i membri del nostro personale amichevole durante la tua consulenza gratuita. Il tuo dentista valuterà la tua salute orale, risponderà a qualsiasi domanda e dubbio tu possa avere e elaborerà un piano di trattamento che rifletta al meglio i risultati del sorriso che desideri ottenere.

RICEVI IL TUO PIANO DI TRATTAMENTO
Ascoltiamo e rispettiamo le esigenze e le preferenze di ogni paziente e ci impegniamo a fornire i risultati eccezionali del sorriso che crediamo meritino i nostri pazienti. Offriamo un’ampia selezione di procedure odontoiatriche e rimaniamo aggiornati sugli ultimi sviluppi dell’odontoiatria moderna per darti il ​​sorriso dei tuoi sogni.

OTTIENI IL TUO PREZZO REALE
Tutti i costi delle procedure odontoiatriche sono spiegati chiaramente in anticipo in modo che tu possa lasciarti una consulenza con una chiara comprensione del prezzo del tuo trattamento. Offriamo piani di pagamento flessibili e finanziamenti odontoiatrici in modo da poter ottenere i risultati del sorriso che desideri con un budget accessibile.

Ortodonzia e faccette per migliorare l’estetica dentale

migliorare il sorriso con faccette e apparecchio

Per sfoggiare il vostro miglior sorriso serve, innanzitutto, un’adeguata igiene orale. Questa accortezza è alla base di ogni buon risultato estetico: serve a garantire denti bianchi, a prevenire la carie e l’irritazione delle gengive.

Ma dentifricio e spazzolino il più delle volte, da soli, non sono sufficienti. È in queste situazioni che entrano in campo i rimedi dell’ortodonzia, attraverso trattamenti in grado di risolvere anche le criticità più complesse.

Ortodonzia: di cosa si tratta?

Facciamo un passo indietro e cerchiamo di spiegare di cosa stiamo parlando. È quella disciplina che permette di correggere la posizione sbagliata di denti e della mandibola laddove quest’ultima generi problematiche alla dentatura.

La maggior parte delle volte queste difficoltà peggiorano l’estetica, ma soprattutto non permettono allo spazzolino di scorrere come dovrebbe, dando vita a malattie che è bene provare a risolvere.

Come se non bastasse, una posizione dei denti che non è quella che dovrebbe essere può portare i muscoli alla base della masticazione a non lavorare in maniera ottimale. Un cattivo funzionamento che, a lungo andare, provoca dolori alle articolazioni, alle spalle, alla schiena e continui mal di testa.

Dunque l’ortodonzia serve sia per ragioni di tipo estetico, ma anche legate alla salute. Questi trattamenti si basano su apparecchi creati su misura, sia fissi che mobili, attraverso i quali ottenere un sorriso da fotografia.

Gli apparecchi ortodontici fissi sono composti da fasce sottili fissate attorno ai denti. Esse sostengono i fili che consentono la tensione necessaria affinché i denti assumano la posizione corretta. Questi apparecchi vengono periodicamente controllati (indicativamente una volta al mese) in modo che il professionista ne verifichi continuamente l’efficacia e, se necessario, li ricalibri.

Gli apparecchi più moderni sono ormai molto leggeri e piccoli: indossarli sarà tutt’altro che un fastidio.

Oltre a quelli fissi, gli apparecchi ortodontici mobili rappresentano un’alternativa altrettanto utilizzata. Ovviamente è il medico odontoiatrico a suggerirne l’utilizzo sulla base delle esigenze e dei disturbi da correggere di volta in volta.

L’estetica dentale, in questo modo, migliora nel giro di alcune settimane. La maggior parte dei disturbi può essere risolta efficacemente fin da bambini, ma questo non vuol dire che gli adulti non possano con altrettanto successo.

Peraltro i recenti passi avanti hanno consentito un’ortodonzia invisibile che, anche durante il trattamento, risulta per nulla invasiva, riducendo al minimo l’impatto visivo sulla bocca e sui denti.

Le faccette dentali permettono di raggiungere ottimi risultati e sono una scelta sempre più ricorrente per la loro semplicità di utilizzo e funzionalità.

Vediamo più da vicino come possono essere utilizzate.

Faccette dentali: a cosa servono?

Stiamo parlando di sottilissime lamine in ceramica (dette anche veneers in lingua inglese) che raggiungono uno spessore di appena 0,5 millimetri. Attraverso interventi di tipo ortodontico vengono applicati sulla superficie dei denti, sia su quelli dell’arcata superiore che inferiore.

Questa soluzione permette un sorriso splendente, segno di salute e benessere, in grado di trasmettere sicurezza e una rinnovata piacevolezza estetica.

Grazie alle faccette, è possibile migliorare rapidamente la forma, il colore, la posizione e la lunghezza dei denti rendendo la vostra bocca solare.

L’effetto sbiancamento e uno dei più apprezzati dal punto di vista estetico. L’ingiallimento dipende da svariati fattori, legati ad esempio all’alimentazione, al fumo o alle caratteristiche personali di ogni persona.

I trattamenti specifici sono spesso lunghi e complessi, per questo tante volte si preferisce ricorrere alle faccette grazie alle quali si possono raggiungere risultati più favorevoli in minor tempo.

Come si realizzano le faccette dentali

Questo trattamento è personalizzato sulle esigenze di ognuno: la prima visita prevede la radiografia e la raccolta delle impronte necessarie a un intervento su misura. Quindi vengono eseguite accurate prove sui denti in modo da valutare le dimensioni, le modalità di applicazione e soprattutto il risultato estetico che si intende conseguire d’accordo col paziente.

Quindi si procede con la vera e propria cementazione delle faccette, che può essere preceduta da quelle provvisoria al fine di preparare i denti all’intervento.

L’importante è utilizzare materiali di qualità e rivolgersi a professionisti ortodontici. In questo caso le faccette dentali dureranno a lungo e, grazie anche a una buona igiene orale, doneranno un sorriso splendente per molto tempo.

Soluzioni per la pulizia a vapore REA srl

rea macchine per la pulizia con il vapore secco

L’azienda REA Steam Cleaning ha una lunga esperienza che parte dal 1986 a Torino. Il suo fondatore, Virginio Sassi, è stato il primo in Italia ad avere l’intuizione di sfruttare le caratteristiche del vapore saturo e secco per lavare, sgrassare e sanificare ambienti e prodotti sia nel settore professionale che industriale. Grazie alle innovazioni tecnologiche e logistiche messe in campo, mantenendo l’esperienza del personale tecnico e commerciale, l’azienda è diventata un punto di riferimento in tutto Europa nel campo della pulizia professionale tramite vapore saturo.

La REA Steam Cleaning S.R.L. possiede la certificazione ISO 9001 e ha tantissimi clienti tra cui noti brand dell’industria alimentare, meccanica, automobilistica, aerospaziale e così via.
Grazie a un team professionale, altamente qualificato e sempre aggiornato, l’azienda riesce a soddisfare ogni richiesta ed esigenza della propria clientela.

Perché Rea Steam Cleaning si distingue dai competitor

Nel settore dei generatori di vapore per uso intensivo, molte aziende produttrici investono poco in macchine professionali ad alta potenza, sia in termini di produzione che di denaro.
La REA Steam Cleaning, invece, ha deciso sin da subito di specializzarsi in modo esclusivo sulle macchine e i sistemi di lavaggio che utilizzano potenze che vanno dai 9 ai 144 kW. Oltre a queste caratteristiche, i suoi macchinari offrono prestazioni di alto livello e affidabilità nel tempo.
Occorre porre l’attenzione sulle diverse esigenze che i clienti possono avere. Infatti, igienizzare un pavimento di un ristorante non equivale a pulire impianti industriali che lavorano costantemente producendo grandissime quantità di sporco. Inoltre, gli impianti e strumenti industriali attivi a ogni ora del giorno, tutto l’anno, non possono essere puliti e sanificati con lo stesso generatore di vapore utile a piccole officine meccaniche. A differenza dei competitor, quindi, REA Steam Cleaning dimostra di poter vantare soluzioni ideali per ogni esigenza.Le principali caratteristiche che offre l’azienda sono le seguenti:

    • Attrezzature di lavaggio realizzate con materiali affidabili e resistenti come l’acciaio. La stessa cosa vale per i generatori di vapore.
    • La REA Steam Cleaning propone anche un alto grado di personalizzazione che permette ai prodotti dell’azienda di essere molto versatili. È, infatti, possibile creare attrezzature su misura e generatori di vapore con peculiarità che riescano a soddisfare le esigenze di tutti i tipi di clienti;
    • Le attrezzature studiate da Rea Steam Cleaning sono ideate e create per utilizzare vapore secco e sono strutturate sul modello di quelle delle idro-pulitrici.

Servizi e prodotti offerti da REA

La REA Steam Cleaning è specializzata nella realizzazione di generatori e macchine a vapore saturo che permettono di pulire, igienizzare e sanificare ogni tipologia di macchinario e superficie.Nello specifico, i prodotti offerti dall’azienda sono:

    • Generatori di vapore mobili
    • Generatori di vapore secco fissi
    • Accessori professionali per l’uso del vapore

Per quanto riguarda le pulizie in linea, REA crea macchinari per:

    • Pulizia e sanificazione nastri trasportatori
    • Pulizia tubi e trafilati in genere
    • Pulizia e sgrassaggio pezzi in linea, filo e piattine

Disinfezione a vapore contro il Coronavirus Covid-19

I prodotti a vapore di REA Steam Cleaning consentono di sanificare gli ambienti e le superfici contro il Covid-19 (sopra i 70°C, infatti, la maggior parte dei virus non resiste). Il getto di vapore va effettuato a una distanza di non oltre 10 cm. Questo modo di operare è ideale per piccole superfici. Per ambienti di grandi dimensioni, invece, risulterebbe troppo lento. Infatti, in questi casi si usa il vapore per nebulizzare un particolare disinfettante, molto efficace, che viene spruzzato tramite il getto.

Vendere moto incidentata: a chi rivolgersi per avere garanzie?

motorcycle-1041070_1280

Ti sarà capitato di avere un incidente con il tuo bolide a due ruote e di non sapere come comportarti successivamente all’accaduto. Non sempre effettuare una riparazione di tutte le parti danneggiate può risultare l’opzione migliore specie in caso di danni notevoli, in caso di moto non nuovissime e nel caso in cui i costi per la riparazione superino l’effettivo valore del veicolo.

Se devi vendere una moto incidentata puoi rivolgerti a ritiromotoincidentate.com che ti consentirà di evitare l’opzione peggiore, quella di un servizio di rottamazione e di uno sfasciacarrozze in cui non riuscirai a monetizzare nulla e ti ritroverai, anzi, a dover spesso pagare qualcosa per usufruire del servizio di trasporto e demolizione.

Ritiromotoincidentate.com è un’ azienda seria, presente sul territorio italiano nelle principali città, con uno staff al tuo servizio per valutare al meglio ogni singolo caso e per andare a fornire una proposta di acquisto adeguata. Se la tua moto è incidentata, distrutta e non più marciante c’è ancora una speranza di monetizzare qualcosa affidandosi ad un’azienda che si incaricherà di acquistare moto incidentate direttamente dal proprietario, senza altri intermediari, così da poter offrire le migliori condizioni di mercato per motocicli sinistrati.

L’azienda si occuperà dell’espletamento di tutte le pratiche, da quelle burocratiche a quelle legate al ritiro della moto incidentata fino alla predisposizione di tutti i relativi documenti utili per garantire al cliente che tutti i passaggi siano eseguiti in modo corretto, a norma di legge senza alcun rischio futuro.

Se hai subito un incidente con la tua moto e questa è seriamente compromessa, manda le foto su whatsapp, ottieni una valutazione, usufruisci di un un servizio di ritiro a fronte di un pagamento immediato e sbarazzati del tuo rottame incidentato monetizzando subito.

Vendere moto incidentata: i motivi più comuni degli incidenti

Le seguenti sono le cause più comuni di incidenti che coinvolgono motociclisti:

  • Macchina che fa una svolta a sinistra. I motociclisti sono maggiormente a rischio di incidente quando un’auto sta svoltando a sinistra. Circa il 42% di tutti gli incidenti stradali che coinvolgono un’ auto e moto coinvolgono un’auto che svolta a sinistra. Questo è pericoloso perché la motocicletta potrebbe essere urtata mentre attraversa un incrocio, tentando di sorpassare il veicolo o cercando di sorpassare l’auto. In molti casi, le moto cercano di sorpassare un’auto all’interno della stessa corsia e il conducente dell’auto non può vedere o aspettarsi la manovra della moto.
  • La divisione della corsia è spesso un fattore che contribuisce agli incidenti motociclistici. I motocicli che guidano tra due corsie corrono un rischio maggiore di essere coinvolti in un incidente a causa del ridotto spazio di manovra, della vicinanza ai veicoli vicini e del fatto che un automobilista non si aspetta una moto che li sorpassi in un traffico lento o addirittura fermo.
  • Eccesso di velocità e consumo di alcool. Circa la metà di tutti gli incidenti motociclistici che non vedono coinvolte altre vetture sono causati da alcool o eccesso di velocità.
  • Collisione con una superficie fissa come un muretto o un guardrail. Le motociclette che colpiscono un punto fisso rappresentano un quarto delle morti di motociclisti e il 18% delle vittime di incidenti stradali.
  • Pericoli stradali. Poiché le motociclette sono più piccole e meno stabili di un’auto, le corsie irregolari, le strade scivolose, le buche e altri pericoli rappresentano una minaccia maggiore.

Diciamo quindi che bisogna prestare molta più attenzione con la moto piuttosto che con la macchina ma, in caso di incidenti e danneggiamenti, è possibile vendere moto accidentata e riuscire a monetizzare qualcosa dal vostro veicolo andato in frantumi. Tenetevi l’opzione della rottamazione come soluzione estrema dato che è sempre possibile vendere il proprio mezzo incidentato o le singole parti ad aziende dedicate a questo servizio.

Luigi Cozza Trasporti continua la sua crescita nel campo della sostenibilità con nuovi mezzi a LNG

Luigi Cozza Trasporti

L’attenzione per l’ambiente è di grande interesse per moltissime persone e sono sempre più le aziende che si impegnano cercando soluzioni di minor impatto ambientale, prediligendo mezzi di trasporto e sistemi in grado di impattare il meno possibile sulla natura. Tra queste c’è Luigi Cozza Trasporti che ha fatto della salvaguardia ambientale uno dei punti fermi della mission. Per chi non la conoscesse, la Luigi Cozza Trasporti è un’azienda leader nel collegamento tra varie tratte d’Italia ma anche con l’estero che da sempre si impegna per cercare di prediligere tipologie di trasporto il meno impattanti possibili.

La Luigi Cozza Trasporti conquista un primato: è la prima azienda siciliana ad acquistare e utilizzare mezzi alimentabili con LNG; di recente infatti la società ha acquistato 50 veicoli IVECO S-Way che verranno utilizzati per coprire le tratte nazionali e internazionali. I 50 nuovi mezzi verranno aggiunti ai 70 già presenti dimostrando come l’azienda sia sempre più attenta ad offrire un servizio veloce e funzionale ma allo stesso tempo senza impattare sull’ambiente. Questa è solo una delle attenzioni a tema ambientale proposte dall’azienda, se desideri scoprire tutti i progetti puoi trovare maggiori informazioni su www.luigicozzatrasporti.it. Grazie all’utilizzo del combustibile LNG l’azienda fa un altro passo in avanti: questa tipologia di carburante ideale per i mezzi su strada aiuta a ridurre l’impatto ambientale, ma scopriamo meglio nel dettaglio di cosa si tratta.

Cos’è LNG e quali sono i suoi vantaggi

Acronimo di gas naturale liquefatto, l’LNG è il carburante del futuro che viene realizzato attraverso un processo di raffreddamento e condensazione del gas. Si compone per lo più di metano ma anche di butano, etano e propano. Si tratta di un combustibile alternativo e per alcuni viene accomunato al GPL ma ci sono diverse differenze. Il combustibile LNG contiene molto più metano del GPL e viene preferito per consumi importanti e regolari rispetto al GPL che viene scelto per consumi familiari. Il vantaggio principale del combustibile LNG è sicuramente quello del minore impatto ambientale; essendo una fonte di energia pulita produce emissioni di anidride carbonica inferiori. Semplificando il tutto, l’LNG è un gas naturale liquefatto che viene trasformato nel formato liquido grazie al raffreddamento a -260 gradi F.

Secondo le statistiche l’acquisto di camion che prevedono l’alimentazione LNG è sempre più in crescita; sono sempre di più le aziende su territorio nazionale ma anche internazionale che prediligono un acquisto di questo tipo rispetto ad altre tipologie di alimentazioni.

Luigi Cozza Trasporti: il combustibile LNG e le altre scelte green

Come accennato, Luigi Cozza Trasporti è un’azienda siciliana molto attenta all’ambiente. Se la scelta di acquistare altri mezzi alimentati a LNG ha attirato l’attenzione è bene sapere anche altri progetti green dell’azienda. Oltre al trasporto via terra prediligendo mezzi alimentati a LNG, Luigi Cozza Trasporti lascia il segno anche nel trasporto via mare garantendo un servizio di spedizioni quotidiano. Anche in questo caso però la società sigla una collaborazione importante per il trasporto con pallet in modo da limitare l’impatto sull’ambiente. Il trasporto con i pallet, oltre ad essere più economico perché permette di stipare meglio la merce mantenendola al sicuro ma ottimizzando gli spazi, è una scelta assolutamente ecologica. Ottimizzando gli spazi e il numero di trasporti si riducono i viaggi, questo ha sicuramente un minore impatto sul pianeta. Luigi Cozza Trasporti si muove sia su territorio italiano che nazionale ed è diventato un punto di riferimento per il settore della logistica siciliana e italiana nel mondo. Ogni giorno da Catania partono numerose tratte, sia via terra che via mare, per coprire le destinazioni ma sempre cercando di salvaguardare l’ambiente puntando su scelte il più possibile green.