Le origini dell’addio al nubilato

Per gli uomini, l’addio al celibato ha radici molto profonde: infatti si vocifera che addirittura ai tempi della divinità Bacco si organizzavano queste feste a base di divertimento per festeggiare il futuro matrimonio e, anche in terre antiche e lontane venivano organizzate feste per festeggiare la fertilità: feste che andavano poi a concludersi con il matrimonio.
Si può quindi dire, che le feste per gli uomini vengono svolte da davvero molto tempo.
È solo negli anni Novanta che si inizia a dare maggior importanza al ruolo della donna e al tempo stesso futura sposa, così nascono i primi addii al nubilato.
Ed è proprio in quegli anni lì che si vede il boom di addii, che siano questi maschili o femminili: si festeggia l’ultimo periodo di libertà prima del matrimonio, gli ultimi istanti di una vecchia vita che sta ormai per giungere al termine, ed è proprio grazie a questo boom che aumenta il commercio e di conseguenza inizia a girare l’economia: nascono tantissime attività diverse da fare in gruppo come serate a tema o viaggi particolari.

Gli attuali addii al nubilato

Nonostante al momento l’età dei futuri sposi sta via via aumentando, poiché prima di compiere il grande passo che è il matrimonio si vuole essere sicuri di avere una relazione con delle solide basi, sono sempre in voga gli addii al nubilato e al celibato.
Spesso e volentieri, gli amici organizzano per gli sposi delle serate un po’… eccessive, ed è proprio per questo che, probabilmente alcune donne preferiscono evitare momenti di imbarazzo e abbandonare totalmente l’idea di festeggiare il proprio addio al nubilato.
Inoltre, l’organizzazione di un addio al nubilato (ma così come gli addii al celibato), porta via un grande dispendio di soldi, tempo ed energie, che magari potrebbero essere impiegate in modi decisamente migliori.
Alcune donne poi, credono che festeggiare l’addio al nubilato, sia solo un momento per evadere da quelli che sono poi i problemi del quotidiano: un paio d’ore di divertimento e spensieratezza.
E dopo? Dopo si torna alla vita normale, quella fatta di stress, impegni, lavoro, discussioni e quant’altro.
Alla fine, è il giorno del matrimonio quello che andrebbe vissuto a pieno, non quello dell’addio al nubilato.
È proprio il matrimonio da considerare il momento in cui tutto finisce e inizia allo stesso tempo, ed è sicuramente un giorno per il quale vale davvero la pena impiegare tempo ed energie, poiché sarà un giorno che resterà impresso nei nostri cuori per sempre.

Come festeggiare un addio al nubilato in tutta tranquillità?

Esistono comunque tantissimi modi per festeggiare una sorta di addio al nubilato ma senza esagerare: con un budget ridotto e una serata tranquilla a casa è possibile divertirsi ugualmente, senza dover viaggiare fino in Spagna, Grecia o altre care mete turistiche.
Infatti, sul sito MyDigitalPrint, raggiungibile al seguente indirizzo web: Mydigitalprint.it è disponibileun’intera sezione dedicata agli addii al celibato e nubilato. Sono infatti disponibili tantissime magliette con stampe divertenti dedicate sia ai futuri sposi che agli amici di questi ultimi.
Bastano un paio di queste magliette, un po’ di musica, un’atmosfera tranquilla e… voilà.
Ci si può divertire anche con poco e magari, è probabile che ci resti più impressa una serata all’insegna del divertimento ma al tempo stesso tranquilla, che una a base di eccessi, dove spesso e volentieri si sfocia nella volgarità e si finisce solo con l’ubriacarsi, senza quindi godersi a pieno la festicciola.
Magari, un’idea per un addio al nubilato tranquillo potrebbe essere un pigiama party a casa della sposa: una serata tra amiche, a base di film, chiacchiere e coccole a livello estetico. E, ovviamente, su MyDigitalPrint c’è proprio la t-shirt adatta alla situazione!