Nella cultura occidentale la torta al cioccolato rappresenta il peccato di gola per antonomasia. Ma, in seguito alle più recenti ricerche, anche i nutrizionisti hanno dovuto riabilitare il cioccolato, riconoscendogli anche numerosi effetti benefici sul sistema nervoso, cardiocircolatorio, e, ovviamente, sull’umore. D’altronde chi non ricorda la scena del film Bianca in cui Nanni Moretti affonda i suoi dispiaceri in un enorme barattolo di Nutella? Quindi, quale scusa migliore per assaggiare i più celebri dolci preparati utilizzando il cibo degli dei?

La Sachertorte: la regina delle torte al cioccolato

Il titolo di torta al cioccolato che vanta il maggior numero di imitazioni spetta, senza dubbio, alla Sacher. La storia racconta che Franz Sacher, apprendista pasticcere di sedici anni, la preparò per la prima volta nel 1832 per il principe Metternich. Il dolce consiste in due strati di pasta al cioccolato uniti da uno strato di marmellata di albicocche o di ciliegie e ricoperti da una glassa di cioccolato fondente. In Austria la torta Sacher si gusta con l’aggiunta di panna montata e accompagnata da una tazza di caffè lungo. La torta Sacher originale si può assaggiare anche in Italia, presso il Sacher Shop di Bolzano, in piazza Walther. Non ve la sentite di guidare fino a Bolzano? Torniamo a Nanni Moretti, che, nel film La messa è finita, diceva: “Cioè lei non ha mai assaggiato la Sachertorte?! Va be’, continuiamo così, facciamoci del male!”

La torta Foresta Nera: un altro classico mitteleuropeo

Restando nei paesi di lingua tedesca, come non menzionare la torta Foresta Nera, una torta al cioccolato e panna con ciliegie. È composta di vari strati di pan di Spagna al cioccolato bagnati con kirsch o rum e farciti con panna e ciliegie o amarene. Il tutto viene poi ricoperto di panna montata e decorato con ciliegie candite e scaglie di cioccolato. La tradizione vuole che questa torta sia nata prima della Sacher. Sebbene non sia certo che abbia avuto origine nell’omonima regione montuosa della Germania, ogni due anni a Todtnauberg si tiene un Kirschtortenfestival, durante il quale vengono premiate le migliori torte di pasticceri professionisti e amatoriali. Il prossimo appuntamento si terrà a maggio 2016. Ebbene sì, ve lo siete appena perso!

Marquise au chocolat: una marchesa davvero golosa

Molto popolare in Francia è invece questo semifreddo, a metà strada tra una torta e una mousse. Pare che il nome derivi da una lettera scritta nel 1761 da Marie de Rabutin-Chantal, marchesa de Sévigné, scrittrice francese ossessionata dal cioccolato. Gli ingredienti di questa delizia sono: cioccolato fondente, burro, tuorlo d’uovo, zucchero e crème fraîche (panna acida).

La bavarese al cioccolato: tedesca, francese… o inglese?

Un altro classico semifreddo al cioccolato di origine francese è la bavarese al cioccolato, la cui base è costituita da una crema inglese (una variante della crema pasticcera priva di farina), alla quale si aggiungono vaniglia, caffè cioccolato e, naturalmente, gelatina. Le pasticcerie italiane sono solite presentarla su una sottile base di pan di Spagna.

Il brownie: torta o biscotto?

Usciamo dai confini europei per scoprire un classico della cucina statunitense. Nati a fine Ottocento, i brownie non sono altro che una torta tagliata in piccoli rettangoli. Il nome deriva, chiaramente, dal colore che la presenza del cioccolato conferisce all’impasto. Pare che l’idea del formato sia nata dall’esigenza di farlo entrare in una lunchbox (portapranzo). Come per tutte le ricette largamente diffuse, ne esistono moltissime varianti, tutte di semplice preparazione… tanto vale provarle tutte.

Millionaires’ Shortbread: il biscotto da un milione di dollari

torte al cioccolato famoseCome i brownie questi biscotti sono, in realtà, una torta fatta a pezzettini. In effetti, visto l’alto contenuto calorico, sarebbe un’impresa mangiarne più di un quadratino. Molto popolari in Inghilterra e in Australia a partire dagli anni Settanta, sono costituiti da una base di pastafrolla con sovrapposto un delizioso strato di caramello e uno di cioccolato al latte. Io li ho assaggiati per la prima volta a Londra, in un piccolo bar vicino al Tower Bridge, gestito da un anziano signore molto simpatico. Se siete in zona, vale la pena fare una puntatina.

Ciambellone al cioccolato: amore di mamma

Dopo questo rapido giro del mondo culinario rientriamo in Italia per un classico che ogni mamma ha preparato, almeno una volta, per il suo bambino. Il ciambellone al cioccolato è, infatti, un dolce semplice e adatto alla merenda dei più piccoli, preparato con il classico impasto della torta margherita con l’aggiunta di cacao. Da provare anche la versione marmorizzata, molto scenografica.
Torta pere e cioccolato: al contadino non far sapere…
Quanto è buono il cioccolato con le pere! Questa torta esiste in diverse varianti, tutte deliziose. Il loro punto forte sta, infatti, proprio in nell’indovinatissimo abbinamento. Provare per credere.

Crostata alla Nutella: un nuovo classico

Creata cinquant’anni fa dalla Ferrero di Alba, questa pasta di nocciole e cacao è uno dei prodotti italiani che hanno conquistato il mondo. Il bello della crostata alla Nutella è che oggi chiunque può prepararla: basta acquistare al supermercato un rotolo di pasta frolla già pronta, spalmarlo con uno spesso strato di Nutella e infornarlo. Nemmeno la mancanza di tempo sarà più una scusa!