Lo zafferano rappresenta una delle spezie maggiormente amate e utilizzate all’interno della cucina italiana; si tratta non soltanto di un qualcosa di molto versatile, ma anche di un prodotto facilmente reperibile all’interno di supermercati e non solo. Per questo motivo, sono tante le ricette che possono essere realizzate con questa spezia, tra cui figura senza alcun dubbio il celebre risotto allo zafferano, di indubbia bontà e dal gusto squisito che appassiona tutti. Ovviamente, la prima volta potrebbe sembrare difficile realizzare un piatto simile ma si tratta, in realtà, di una procedura non troppo difficoltosa: ecco tutto ciò che c’è da sapere per prepararlo al meglio. 

Ingredienti per preparare il risotto allo zafferano

La prima cosa che c’è da sapere, naturalmente, per comprendere quale sia la ricetta del risotto allo zafferano riguarda la gamma degli ingredienti di cui bisogna servirsi per portare a termine questo stesso piatto. Vale la pena considerare che questi stessi siano molto reperibili, e per questo motivo non bisogna assolutamente temere a proposito del costo totale della ricetta. Allo stesso tempo, si tratta di ingredienti che permettono di ottenere un piatto leggermente calorico, ma comunque rientrante in un certo tipo di fabbisogno giornaliero: un piatto di riso allo zafferano, infatti, garantisce l’assunzione di 626 Kcal, data soprattutto la presenza di burro.

Seguono gli ingredienti in questione:

  • Zafferano in pistilli 1 cucchiaino
  • Riso Carnaroli 320 g
  • Burro 125 g
  • Cipolle 1
  • Grana Padano DOP da grattugiare 80 g
  • Vino bianco 40 g
  • Acqua q.b.
  • Brodo vegetale 1 l
  • Sale fino q.b.

Come preparare il riso allo zafferano

A questo punto, dopo aver considerato tutti gli ingredienti necessari al fine di realizzare un buon risotto allo zafferano, si può sottolineare nello specifico quale sia il metodo di preparazione dello stesso, passo dopo passo. In primo luogo bisognerà mettere i pistilli in un bicchiere e ricoprirli d’acqua, in modo da essere coperti completamente. In questo modo, lasciandoli in acqua tutta la notte si otterrà il brodo vegetale per portare a termine la propria ricetta.

Per preparare il riso, invece, bisognerà inserire parte del burro all’interno di un tegame, sciogliendolo a fuoco dolce e aggiungendo la cipolla tritata; dopo aver atteso circa 10-15 minuti la propria cipolla sarà stufata e pronta all’utilizzo. A questo punto sarà la volta del riso, che dovrà essere aggiunto all’interno del tegame stesso: basterà attendere 3 o 4 minuti per permettere ai chicchi di tostarsi, e poi di evaporare. Cuocendo il riso per 20 minuti bisognerà aggiungere, saltuariamente, un po’ di brodo vegetale precedentemente ottenuto, sia per insaporire il proprio piatto, sia per sfumare di tanto in tanto e ottenere un riso perfetto. Una volta terminato con il proprio processo definitivo sarà la volta di mantecare per bene il piatto, attraverso formaggio e pistilli di zafferano che possano offrire la caratteristica colorazione dorata. 

Il riso allo zafferano è un piatto ottimo per qualsiasi tipo di cucina regionale, caratterizzando un primo particolarmente richiesto e anche un piatto da ordinare in ristorante: allo stesso tempo non è possibile congelare il medesimo per troppo tempo. E’ sconsigliato congelarlo, dal momento che perderebbe di ogni sapore, ma si può conservare per un paio di giorni in frigo, utilizzando un contenitore ermetico.