Sul mercato esistono svariati sistemi di antifurto, alcuni dei quali più a buon prezzo di altri dal costo decisamente più elevato. 

Scegliere quello giusto quindi potrebbe rappresentare un ostacolo ma dato il numero sempre crescente di furti e di effrazioni ai danni delle abitazioni e degli uffici, è importante superare i preconcetti ed addentrarsi tra le varie offerte presenti ormai un po’ dovunque.

Sistemi di antifurto facili da installare 

Uno dei primi requisiti che un antifurto dovrebbe avere è quello di adattarsi all’ambiente e non il contrario, infatti fino a non molto tempo fa erano necessari fili, cavi ed a volte anche scassi ai muri per installare un antifurto di tipo tradizionale.

Questo oggi può dirsi abbastanza superato grazie all’avvento dei sistemi di allarme senza fili che si installano con facilità in qualsiasi tipo di ambiente perché privi di cavi e spesso anche di fili, quindi le apparecchiature si installano dove occorre con due stop ed un trapano.

Ci sono differenze tra un allarme e l’altro? Si, come per tutte le cose anche tra allarme ed allarme ci sono delle differenze che possono essere minime ma anche molto pronunciate, quindi per iniziare ad orientarsi ci si può riferire ad un sito che offre diverse soluzioni, valutate sulla propria esperienza da un tecnico capace, come nel sito Antifurtosicuro.it. 

I sistemi scelti da Antifurto Sicuro

Se da un lato ci sono le disponibilità economiche di ognuno, dall’altro c’è la necessità impellente di sentirsi più al sicuro, quindi bisogna unire le due cose per non penalizzarne nessuna.

Ad esempio si può iniziare cambiando il modo di vedere un sistema di antifurto: basta pensare che chi più spende meglio alloggia perché non è sempre una condizione senza appello. Alle volte per risparmiare basta proteggere i propri ambienti per gradi, quindi iniziando ad allarmare le zone più a rischio per poi ampliare il sistema anche dopo il primo acquisto, in step successivi e nel tempo.

Antifurtosicuro.it ha scelto ben quattro soluzioni di sicurezza da proporre all’interno del sito, che si differenziano sia per i costi che per la possibilità di ampliamento in seguito al primo acquisto, quindi ogni abitazione potrebbe avere il sistema ideale senza spendere mai più del necessario.

Sistemi senza fili per la protezione di tutti gli ambienti

Esistono diverse tipologie di protezione da poter sfruttare per la protezione degli spazi della casa o dell’ufficio che in grandi linee sono: interna, perimetrale ed esterna.

Quella maggiormente conosciuta è forse quella interna, o da interno, utilizzata per rilevare la presenza di un intruso che si muove nell’ambiente allarmato ad allarme inserito.

Questa protezione viene offerta da delle apparecchiature chiamate rivelatori, o sensori, che utilizzano la tecnologia all’infrarosso (IR) che permette ad ogni rivelatore di percepire il calore di un corpo umano in movimento e quindi di segnalarne la presenza alla centrale di antifurto.

La protezione perimetrale è di solito dedicata ad allarme porte e finestre contro le effrazioni perché se un varco viene violato, il rivelatore o sensore associato all’apertura invia il segnale alla centrale di antifurto.

La protezione esterna, o per esterno, è anche definita antiavvicinamento perché viene offerta da dei rivelatori, o sensori, da posizionare in aree come terrazze, giardini o balconi. Il rivelatore percepisce l’intruso inviandone il segnale alla centrale di antifurto ancora prima che avvenga l’effrazione vera e propria.

I sistemi scelti da Antifurto Sicuro includono ciascuno una protezione di base sia interna che perimetrale ed ad alcuni di questi kit è possibile associare, tra le varie periferiche come altri rivelatori di apertura ed altri rivelatori volumetrici, anche i rivelatori per la protezione esterna.