In questo articolo parleremo dei tessuti idrorepellenti che si possono usare per le vostre tende da esterni, ovvero il poliestere e l’acrilico, e ne analizzeremo nello specifico le caratteristiche e differenze. Prima però vedremo in breve cos’è un tessuto idrorepellente e cosa lo rende tale.

Cos’è un tessuto idrorepellente

Si chiama idrorepellente un tessuto che abbia una resistenza alla colonna d’acqua (parametro internazionale che indica la resistenza di un tessuto all’acqua) maggiore di 350 mm. In poche parole, l’acqua non viene assorbita dalla stoffa, ma rimane sulla superficie sotto forma di goccioline che scorrono via. Una tenda idrorepellente però, quando viene sottoposta all’azione dell’acqua in modo costante finisce per bagnarsi, ad esempio in caso di un lungo temporale con pioggia fitta.

Cosa rende un tessuto idrorepellente

    • Trama: più un tessuto è a trama fitta, più sarà difficile per l’umidità penetrare al suo interno. Per questo motivo i tessuti ad alta densità sono più idrorepellenti di quelli a trama meno fitta.
    • Materiale: è soprattutto il materiale a rendere un tessuto idrorepellente. Alcune fibre artificiali, tra le quali il poliestere, l’acrilico, il PVC e l’olefina sono resistenti all’acqua per natura. Al contrario, altre fibre sono molto assorbenti e trattengono l’acqua, come il cotone (per questo motivo viene utilizzato per produrre asciugamani e non tende da esterni)
    • Trattamento: Alcuni materiali vengono trattati in superficie con una soluzione impermeabilizzante che forma un rivestimento che separa il tessuto dall’umidità e quindi rende impermeabili tessuti che non lo sono naturalmente.

Acrilico

L’acrilico è il tessuto da tende da sole più diffuso perché dura nel tempo ed è anche economico. Ha una buona rigidità ed è quindi particolarmente adatto a quei modelli di tende nei quali il tessuto deve mantenere la tensione.
L’acrilico è un materiale idrorepellente per natura, ma se si vuole un tendaggio impermeabile bisognerà utilizzare un tessuto trattato in superficie.Oltre ad essere idrorepellente, l’acrilico è anche oleorepellente, ovvero evita che si formino macchie d’unto.

Avete presente “l’effetto serra” che si crea sotto certe tende da sole? Ecco, l’acrilico ha una buona traspirabilità e riduce di molto questo fastidioso effetto.

Poliestere

Il poliestere è un tessuto sintetico meno economico, ma più morbido ed elastico rispetto all’acrilico. Per questa sua caratteristica è perfetto per le tende dai bracci estensibili, dove si sforza il materiale in trazione. Con altri tessuti si possono creare dei microfori nelle pieghe del telo a causa della ripetuta apertura e chiusura della tenda, mentre il poliestere è molto più resistente sotto questo punto di vista. Per testare questo materiale è stato sottoposto ad addirittura 100.000 pieghe e non sono state riscontrate modifiche alla superficie.Per quanto riguarda la resistenza all’acqua è un materiale più idrorepellente dell’acrilico e offre anche un’elevata protezione dai raggi solari.

Confronto

A vista non si nota facilmente la differenza tra una tenda in acrilico e una in poliestere, ma al tatto la morbidezza del poliestere si nota. La prova maggiore sarà il tempo, che confermerà la maggiore durevolezza del poliestere di ultima generazione. Un ultimo elemento da tenere in considerazione è il peso: il poliestere è più pesante, anche per questo blocca di più i raggi UV ed è più idrorepellente.Le tende realizzate in poliestere sono nel lungo periodo più durature, senza che si formino microfori e rimangono più tese. Anche i colori hanno una maggiore resistenza all’effetto della luce del sole e della pioggia e sbiadiscono meno.