New York, la Grande Mela, è una delle destinazione turistiche più amate e sognate: vivacissima, moderna, multi-culturale ed incredibilmente glamour. New York, è la città che non dorme mai e dove qualsiasi sogno può diventare realtà.

Visitare New York è un’esperienza incredibile ed elettrizzante. Soprattutto, se si vive la metropoli senza fretta e se si decide di godersela partendo, come un turista per caso, alla scoperta dei luoghi più insoliti.

Limitarsi alla Statua della Libertà, all’Empire State Building, a Ground Zero, al Central Park ed alle luci di Times Square, infatti sarebbe un vero peccato: fuori dai soliti circuiti turistici, c’è una città magica e tutta da scoprire.

Bronx

TRIBORO TOUR

Invece del classico sightseeing è possibile effettuare il Triboro Tour e scoprire perché la Grande Mela è considerata la capitale del mondo. Il tour è un’emozionate e suggestiva avventura tra 3 dei 5 boroughs più interessanti – e contrastanti – di New York: il Bronx, il Queens ed il distretto di Brooklyn.

La travel blogger Simona Sacri ne parla tanto sul suo blog simonasacri.com e lo descrive come uno dei migliori tour di New York.

Il tour, che solitamente dura 4 o 5 ore, fa tappa allo Yankee Stadium (il famoso stadio di baseball ), alla Fordham University (uno dei principali atenei della metropoli), al Grand Concourse Boulevard e, sempre nel Bronx, alla vera Little Italy. Si raggiungerà, poi, il Queens e si scoprirà, in particolar modo, il Flushing Meadows, il grande parco pubblico (famoso per le Expo del 1939 e del 1964, per l’Unisfera, per il Queens Museum ed il grandioso stadio dei Mets City Field).

Il Triboro Tour si conclude con la visita al quartiere Williamsbourgh (a Brooklyn): oltre ad essere abitato da Ebrei Ortodossi, è considerato il “quartiere degli hipster e dei creativi.”

I TESORI NASCOSTI DI NEW YORK

Scoprire New York in modo originale, come un turista per caso, sicuramente vi permetterà d’imbattervi in una delle tante gemme nascoste della Grande Mela: attrazioni più o meno nascoste, spesso dimenticate dalle guide turistiche. Eccone alcune

Il muro di Berlino a New York

Nella moderna Madison Avenue (tra la 53rd & 54th streets), al 520, è possibile ammirare parte del Muro di Berlino. I resti, trasportati negli U.S.A. nel 1990, raffigurano delle opere degli artisti Thierry Noir and Kiddy Citny.

La “vita sotterranea” di Tom Otterness

E’ risaputo che molte stazioni della Metro sono state impreziosite da opere d’arte o installazioni. Tra tutte, imperdibile è la fermata della 14th Street / 8th Avenue con la sua miriade di piccole statue in bronzo realizzate da Tom Otterness: emblema della vivace, e spesso incomprensibile, vita newyorkese.

Il museo più piccolo di New York

New York ospita un numero incredibile di musei e poli espositivi. Tra i tanti, su Cortlandt Alley (Tribeca), tra la Franklin Street e la White Street, c’è n’è uno molto particolare: è il più piccolo della città. Il Museum (www.mmuseumm.com), che può accogliere non più di 2/3 persone alla volta, ospita opere d’arte di vario tipo e collezioni uniche e originali.

L’orologio dorato del “Waldorf Astoria”

Anche se non potete permettervi un albergo a 5 stelle, dovreste fare una capatina al “Waldorf Astoria”, al 301 di Park Avenue. La sua hall ospita un imponente orologio ottocentesco dorato che vuole celebrare il rapporto d’amicizia tra gli States e la Gran Bretagna. Ogni 15 minuti suona la “Westminster Chimes”.