Le Langhe offrono scenari fantastici dove trascorrere piacevoli momenti sia che vogliate passare del tempo immersi nella natura, che preferiate essere affascinati dai centri storici delle sue caratteristiche città.

Arrivando ad Alba, questa piccola cittadina in provincia di Cuneo, è impossibile non notare immediatamente le tre torri principali, le meglio manutenute delle molte esistenti, da qui il caratteristico soprannome di “città delle cento torri”.

Queste costruzioni di epoca medioevale erano utilizzate insieme alle mura romane per la difesa della città.

Avrete la sensazione passeggiando per le vie del centro storico, di rivivere in epoca antica.

Molte sono le manifestazioni che rivestono Alba e i suoi abitanti con i panni medievali per far assaporare pietanze della storia tradizionale e rivivere gli usi di quel tempo antico.

Il centro di Alba

Molti sono i simbolismi che avrete modo di incontrare passeggiando nel centro di Alba,

i più caratteristici aspetti che la rappresentano sono i quattro evangelisti :

L’angelo, il leone, il bue e l’aquila.

Simboli importanti per la città che ha preso il nome proprio dalle iniziali di questi quattro elementi.

Una visita alla cattedrale in stile gotico dedicata a San Lorenzo è d’obbligo non solo per ammirare la bellezza della piazza centrale del Risorgimento e avere modo di vedere da vicino le tre torri centrali.

Entrando nella cattedrale avrete la possibilità di percorrere le navate, ammirare la maestosità delle colonne e la bellezza dei soffitti stellati colorati in un azzurro luminoso.

La stessa bellezza la ritroverete dentro la chiesa sconsacrata di San Domenico dove l’accostamento dei colori e la bellezza delle navate riproporrà lo stesso fascino dello stile gotico.
La chiesa è utilizzata per mostre eventi e concerti. Sarà un’esperienza veramente magica se avrete la possibilità durante la vostra permanenza di assistere a un concerto gospel all’interno di questa bellissima struttura.

Interessante e di sicuro effetto la visita nei sotterranei della città dove un esperto archeologo vi guiderà attraverso le affascinanti ricostruzioni storiche. Avrete modo di visitare vari siti in un percorso di oltre trenta tappe che rivelano le costruzioni romane sulle quali fu fondatala la città medioevale.

Le visite sono possibili la seconda e la quarta domenica di ogni mese o il primo e il terzo sabato e in alternativa nei giorni della manifestazione dedicata al tartufo o poco prima delle feste Natalizie.

Un consiglio: prenotate le visita ai sotterranei vi darà la possibilità di un accesso omaggio per visitare il museo civico F. Eusebio, dove potrete ammirare non solo reperti romani ma anche di epoca preistorica e al suo interno troverete sale dedicate alle scienze naturali.

Una piccola culla di sapori: vino buono e ottima cucina.

Il prodotto caratteristico per il quale Alba è conosciuta in tutto il mondo è il tartufo bianco al quale si legano feste popolari tradizionali oggi divenute incontri internazionali per tutti gli amanti del prodotto..

Interessante anche se non amate questo famoso ingrediente è assaporare i molti piatti caratteristici delle Langhe: dalle paste ripiene, alla Bagna Cauda ai dolci della tradizione accompagnati da ottimi vini

Un tour enogastronomico da percorrere ammirando i meravigliosi scenari tra vigne e coltivazioni dichiarati per la caratteristica bellezza, patrimonio dell’UNESCO

I bambini si divertiranno ad arrampicarsi sulle panchine giganti disseminate lungo i percorsi che uniscono i borghi delle Langhe e passeggiando nei dintorni di Alba potrete scoprire luoghi incantevoli quali:

    • il centro storico di Neive il più antico borgo medioevale delle Langhe.
    • la Cappella del Barolo , la chiesa più colorata d’Italia.

Numerose la cantine dove poter degustare sia il Barolo che gli altri caratteristici vini prodotti nella zona .

Se siete amanti del tartufo o volete conoscere gli usi legati alla tradizione, non potete non visitare il castello Grinzane di Cavour dove ogni anno si tiene l’asta mondiale per la vendita del tartufo d’alba.

Importante curiosità che il ricavato della vendita andrà totalmente devoluto in beneficenza a ospedali ed enti benefici. All’interno del castello potete visitare un museo dedicato al vino.

Tornerete a casa rigenerati dalla bellezza dei luoghi che avete visitato con la voglia di partire di nuovo per scoprire nuove meraviglie.