Category: Tecnologia

Cos’è lo IoT (Internet of Things) e ambiti di applicazione

domotica

La domotica e le infrastrutture IT del XXI secolo hanno raggiunto un livello di avanguardia tecnologica un tempo inimmaginabile. Oggi grazie alla domotica è possibile integrare impianti di qualsiasi tipo, dagli impianti meccanici a quelli elettrici, passando per gli impianti termici, di sicurezza e così via. Ma facciamo un passo alla volta.

Per onestà intellettuale, è possibile che un lettore poco avvezzo non sia affatto a conoscenza né della domotica, né tanto meno delle infrastrutture IT. La domotica è una particolare scienza che prevede una perfetta integrazione tra discipline scientifiche e tecnologiche anche molto diverse tra loro, legate da rapporti interdisciplinari.

Per fare un esempio, un impianto domotico è quello che caratterizza l’impianto di climatizzazione della casa moderna: attraverso l’elettronica e l’informatica, l’impianto in questione è in grado di accendersi e spegnersi in totale autonomia, regolare la temperatura dell’aria emessa e autoprogrammarsi.

Leggermente più complesso il discorso delle infrastrutture IT, legate alle telecomunicazioni e alla trasmissione delle informazioni per via telematica. La progettazione di un impianto domotico passa dallo “IoT”, acronimo di “Internet of Things”. Ma cosa si intende per “Internet of Things”?

L’Internet of Things non è altro che la progettazione vera e propria dei già citati sistemi domotici. Partendo dal presupposto che tali sistemi vengono realizzati sulla base di una certa complessità di fondo, si può facilmente dedurre come la progettazione stessa abbia raggiunto un livello di avanguardia senza precedenti.

Ecco per quale motivo è di un’importanza assoluta affidarsi ad aziende esperte, con professionisti che abbiano a che fare tutti i giorni con impianti domotici di varia complessità. Tra le aziende operanti in un settore di questo tipo è impossibile non citare SMI, la quale fornisce, oltre ai servizi di consulenza collaterali, la progettazione stessa degli impianti e delle infrastrutture domotiche.

Ma la progettazione di impianti domotici non guarda soltanto alla semplice integrazione multidisciplinare: essa, infatti, tiene conto anche del risparmio energetico, una concezione fondamentale in un’epoca in cui le risorse energetiche prodotte dai combustibili fossili iniziano a dare problemi (inquinamento atmosferico, sprechi ecc…). Approfondiamo ulteriormente il concetto dell’Internet of Things.

Si è parlato di Internet of Things, ossia della progettazione degli impianti domotici, facendo riferimento al risparmio energetico. Ma quali sono gli accorgimenti progettuali che il realizzatore (o i realizzatori) del progetto possono prendere affinché si possa effettivamente parlare di impianto capace di risparmiare energia?

In primo luogo, il risparmio energetico parte dall’utilizzo di fonti luminose pulite e dal minor dispendio di energia. La tecnologia LED ne è l’esempio lampante. Lo stesso vale per l’emissione delle sostanze inquinanti, che la domotica può limitare attraverso metodi innovativi di filtraggio.

Sono tanti i vantaggi ambientali derivanti dall’installazione di impianti domotici all’interno della propria casa o della propria azienda, così come sono diversi i vantaggi legati alle applicazioni che gli impianti stessi possono garantire: dalle applicazioni per dispositivi portatili quali smartphone e tablet sino alle configurazioni avanzate dei sistemi più all’avanguardia, la domotica e l’Internet of Things sono in grado di abbracciare un vasto campo di usi diversi.

10 segreti dei powerseller eBay

Per diventare un venditore eBay di successo e redditizio, c’è una filosofia vitale da seguire. In questo articolo, ti mostrerò 10 procedure semplici per il successo di eBay.

Apri un negozio eBay per la gestione. La maggior parte dei venditori eBay inizia mettendo all’asta vecchie cose da casa loro che non vogliono più. Ma se trovi una nicchia redditizia, puoi fare un ulteriore passo avanti. Trova un fornitore dove puoi acquistare beni economici e venderli su Internet per ottenere un profitto.

Basta fare clic sulla scheda “Registra” nella parte superiore della home page e seguire le istruzioni. Per ridurre al minimo le frodi e proteggere gli acquirenti, ti viene richiesto di fornire una carta di credito o di debito per verificare la tua identità. Assicurati di iscriverti a un account PayPal allo stesso tempo, se non ne hai già uno.

Scegli di creare un negozio eBay per l’oggetto che desideri vendere. Assicurati che sia pulito e presentabile. Pulire lo sporco o la polvere. Testare il prodotto per l’operabilità. Misura la lunghezza, la larghezza e la profondità degli oggetti. Se l’articolo ha un numero di serie o altri segni identificativi ne prendi nota.

Il primo è quando si elenca un oggetto molto popolare, raro o costoso. Questi tre tipi di articoli dovrebbero essere sempre in primo piano in cui i browser eBay e i potenziali offerenti li troveranno. Certo, vuoi essere sicuro di avere sempre un buon “Titolo” e “Descrizione dell’oggetto” per assicurarti di essere mostrato nei risultati di ricerca. Se non hai intenzione di elencare l’articolo con questo aggiornamento, stai chiedendo di ottenere l’offerta più bassa possibile per il tuo articolo.

C’è una vasta selezione di negozi online che vendono scarpe Air Jordan. Potrebbe essere noioso cercare di trovare un negozio Air Jordan che abbia una discreta selezione di tutto, da Air Jordan a Jordan Melos e tutto il resto che desideri. Ecco perché ho scoperto che è meglio trovare Air Jordan che altre persone vendano direttamente. Avrai molte migliori possibilità di acquistare Jade più rare in un sito come questo. Un negozio ebay avrà anche una vasta selezione di scarpe Air Jordan. Alcuni di questi negozi eBay avranno anche le scarpe Air Jordan Carmelos e AJ xx2 PE. Per ottenere delle autentiche Air Jordan dovresti fare la tua due diligence. Se gestisci negozi di eBay, avrai la sicurezza di acquisto di una grande azienda, quindi dovrebbe andare bene.

Non devi nemmeno avere un negozio su eBay per guadagnare migliaia di dollari al mese. Puoi solo elencare nelle aste di eBay e fare ancora soldi. Molti venditori all’asta guadagnano oltre duemila dollari al mese proprio come un singolo venditore. Tutto dipende da quanta merce di qualità devono vendere e da quanto è richiesta la merce.

Uno dei modi migliori per guadagnare una reputazione su eBay è fare alcuni acquisti tramite il sistema eBay. Quando lo fai, riceverai feedback dal tuo venditore, su quanto tempo hai pagato per il tuo articolo all’asta, e così via. Una volta stabilita la reputazione di acquirente, sarai in grado di stabilire una reputazione come venditore. Non solo, ma se i tuoi clienti scoprono che sei un venditore eBay onesto, probabilmente torneranno da te in futuro, più e più volte.

Come attuare il calcolo bolletta gas excell

calcolo bolletta gas excel

Conoscere i propri consumi è importante quanto effettuare il calcolo bolletta gas excel

Chi vive in un’abitazione propria o è in affitto sa bene che il pagamento delle utenze energetiche, come ad esempio il gas, è assolutamente vitale. Per qualsiasi famiglia dunque, può essere molto utile conoscere la stima del proprio consumo di gas metano per capire meglio l’ammontare della spesa in bolletta. Quindi, oltre alla lettura attenta delle fatture e del contatore elettronico, risulta infatti fondamentale conoscere i consumi dei propri elettrodomestici, in modo tale da poter riconoscere un eventuale errore in bolletta, nel caso fossero stati fatturati dei consumi sospetti. Dobbiamo ricordare che una variabile che incide sul prezzo del gas è il mercato energetico di appartenenza: mercato libero o servizio di maggior tutela. Infatti, mentre nel mercato tutelato il prezzo della materia prima è determinato dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) e varia ogni tre mesi, nel libero mercato sono le stesse compagnie a determinare i prezzi delle tariffe luce e gas, in genere ogni due anni.

Calcolo bolletta gas excel

Possiamo distinguere due diverse tipologie di persone che ricevono la bolletta del gas: c’è chi apre la busta ricevuta nella casella di posta elettronica e da un’occhiata solo al saldo da pagare e chi invece è più scrupoloso e desidera verificare se la somma da pagare è proporzionale al consumo che si è fatto del gas. In quest’ottica è quindi buona norma pensare al calcolo bolletta gas excel per poter risparmiare, cercando offerte convenienti per le proprie esigenze. Per un calcolo bolletta gas excel le variabili che dovrai considerare sono:

  • il volume di gas consumato;
  • il costo fisso;
  • il costo di consumo;
  • le tasse aggiunte come IVA, ACCISA;
  • addizionali regionali.

Nel caso in cui hai il sospetto che la somma indicata nell’ultima bolletta del gas sia decisamente troppo elevata rispetto al consumo reale di cui hai usufruito, puoi fare il calcolo bolletta gas excel. In che modo? Se hai dimestichezza con i programmi di calcolo puoi usare facilmente excel o in alternativa, grazie al web, puoi trovare dei fogli excel già appositamente preparati e scaricabili. All’interno del foglio di calcolo dovrai inserire i tuoi dati per il calcolo bolletta gas excel. Nel caso in cui la somma non dovesse corrispondere non allarmarti: considera anche la possibilità di qualche conguaglio.

Camere climatiche I principali campi d’impiego

camere climatiche Binder

Le camere climatiche possono essere richieste e utilizzate in numerosi ambiti differenti, a seconda delle esigenze che devono essere soddisfatte e degli impieghi a cui sono destinati. Le applicazioni più importanti sono quelle del settore biotecnologico e dell’industria automotive, ma è opportuno menzionare anche il campo aeronautico e quello elettrico, senza dimenticare l’industria delle costruzioni, la domotica e l’industria dei semiconduttori. Non è tutto: questi strumenti trovano posto anche nel settore dell’energia solare, in quello della difesa, in quello chimico e in quello farmaceutico.

camere climatiche BinderCon le camere climatiche gli operatori hanno l’opportunità di svolgere prove e di effettuare test sulla base di profili climatici e relativi alle temperature più o meno complessi, ma anche di compiere ripetizioni e di provvedere alla registrazione della temperatura e dell’umidità relativa, che corrispondono ai parametri ambientali che vengono definiti. In alcuni settori all’avanguardia dal punto di vista tecnologico, come per esempio quello elettronico, quello militare, quello spaziale o quello aeronautico, la progettazione di tali strumenti viene eseguita con una particolare attenzione alle normative, tra cui la AM2750E. Per farsi un’idea dei vari modelli, si può consultare il sito della GEASS che offre una vasta gamma di camere climatiche.

In generale, le camere climatiche si rivelano utili per tutti i processi produttivi relativi a oggetti le cui caratteristiche e la cui funzionalità possono essere compromesse e alterate da variazioni delle condizioni esterne, e in particolare dell’umidità e della temperatura. Proprio questo è il motivo per il quale nel corso della progettazione di numerosi prodotti è necessario prendere in considerazione e prevedere tali fattori, poiché le differenti condizioni ambientali a cui un articolo potrebbe essere sottoposto – magari un articolo venduto in Brasile come in Svezia, in Congo come in Australia – rischiano di avere effetti negativi sulle sue prestazioni. Ma al di là delle condizioni di utilizzo, è opportuno valutare anche le semplici sollecitazioni che si possono verificare in occasione del confezionamento, durante il trasporto o nel corso delle operazioni di stoccaggio: tutte circostanze che in linea teorica possono comportare una riduzione della vita utile, se non addirittura causare dei guasti.

L’evoluzione tecnologica, poi, incide sulle peculiarità delle camere climatiche, la cui gestione può essere controllata addirittura con un’applicazione da scaricare sullo smartphone. Ecco perché tali dispositivi, approfittando dell’iper-connettività, sono in grado di assecondare tutte le esigenze dell’industria dell’Internet of Things, cioè l’Internet delle Cose: sia i bisogni attuali che quelli del futuro. Lo stesso discorso vale per la cosiddetta Industria 4.0, che sempre più spesso si avvale di camere climatiche interconnesse e integrate.

Insomma, essendo disponibili con formati, caratteristiche e funzioni diverse (per prove di shock termico, per prove di altitudine, e così via, le camere climatiche coprono un vasto assortimento di opportunità: possono essere destinate alle industrie chimiche come a quelle plastiche, alle industrie elettriche come a quelle automobilistiche, alle applicazioni di ricerca e sviluppo come ai controlli di qualità, alla produzione di singoli componenti come alla realizzazione di prodotti completi. Ciò è possibile in virtù di soluzioni tecniche decisamente avanzate, che permettono di simulare e di testare qualunque condizione di prova che possa essere prevista per i prodotti.

 

Mac in azienda, perché sono sempre più diffusi

apple

I Mac in azienda, oggi come oggi, sono sempre di più e questo sembra essere un trend dato in continuo aumento. Ma perché? Secondo gli esperti informatici i computer della mela morsicata sono più affidabili dei PC, e volendo ci si può lavorare anche con Windows. Questi almeno sono i dati emersi da una recente ricerca portata avanti da Parallelis.

Mac in azienda: sono sempre di più

Lo dice una ricerca: i Mac in azienda sono in costante crescita. I responsabili di sistema non hanno dubbi, i Mac sarebbero molto più affidabili dei PC, anche se si dovesse decidere di lavorarci con Windows, dato che questo è è possibile. La ricerca, commissionata da Parallelis, è stata condotta Redshif Research, è stata effettuata intervistando i responsabili ICT di ben 200 società che al momento utilizzano Windows. Quali sono i dati sbalorditivi? Ebbene, ben il 45% ha dichiarato che il Mac è stato già proposto come alternativa per la sostituzione del PC.

Il 77% degli intervistati ha dichiarato che i Mac sono più affidabili, sia che vengano utilizzati con il sistema operativo OS, sia che vengano utilizzati, eventualmente, anche con Windows. Il 65% ritiene che i Mac possano semplificare il supporto e, dati tutti i vantaggi, che possano essere anche un incentivo che rende appetibile il posto di lavoro per i dipendenti. Come dire che un aspirante lavoratore possa preferire una determinata azienda a un’altra in base al fatto che l’una abbia i Mac piuttosto che i PC.

Aumento dei Mac per effetto Halo?

apple2Ma come mai la percezione dei Mac sta così tanto cambiando nelle aziende? Da prodotto di nicchia per studi grafici, il Mac sta letteralmente spopolando in tutte le realtà aziendali. Secondo molti, però, questo vero e proprio boom sarebbe una conseguenza dell’effetto Halo che ha avuto inizio con iPad e iPhone. Ma cos’è l’effetto Halo? Per chi non fosse avvezzo di questi termini, per effetto Halo s’intende la percezione di un qualcosa basandosi su un’unica caratteristica che poi ne distorce la percezione delle altre facendo percepire tutto come una generalizzazione.  In altre parole, se la gente trova meravigliosi iPad e iPhone, ci sono tantissime probabilità che acquisti anche un Mac.

Addio ai PC?

Il 95% delle società che utilizza attualmente un PC si dice disposta a scambiarlo con un Mac qualora esistesse un unico strumento di gestione centralizzata. Quanto al servizio assistenza apple non ci sono sicuramente problemi nel reperirla, sia che siano centri Apple, sia che siano laboratori convenzionati o comunque esperti nella riparazione e nell’assistenza di questo tipo di prodotto che, come abbiamo visto, sta letteralmente invadendo il mercato.

Passa a 3 con 3 Fiber, internet in fibra ottica di 3 Italia

Fibra ottica 3 Fiber
Fibra ottica 3 Fiber
Le offerte di 3 Italia per la Fibra Ottica.

Spesso parliamo poco delle offerte per la telefonia fissa, in ADSL o in Fibra da parte di 3 Italia, ebbene siamo qui a parlarne nuovamente perchè si tratta anche di offerte proposte in promozione fino alla fine del mese, salvo ulteriori proroghe, si tratta della linea 3 Fiber che comprende anche piani tariffari per coloro che non sono ancora raggiunti dalla fibra ottica.

Ecco di seguito le varie opzioni disponibili per passa a 3 con l’ internet in Fibra Ottica:

3 Fiber

La proposta in questione prevede linea telefonica inclusa, portabilità o nuovo numero, con chiamate che costano solo 18 centesimi di euro alla risposta verso tutti i numeri di rete fissa e mobili nazionali e verso fissi internazionali di Europa, USA e Canada, ovviamente connessione internet illimitata in fibra ottica fino a 1 Giga in caso di collegamento in FTTH oppure fino a 100 Mega in caso di collegamento in FTTC.

Parliamo di offerta convergente quindi comprende sia fisso che mobile: infatti inclusa nell’offerta una sim Tre con la tariffa ALL-In Fiber che prevede 1000 minuti di chiamate verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali, 1000 sms e 2 GB di internet mobile in 4G il tutto al costo di 19,90 euro ogni 4 settimane, per sempre.

L’offerta è disponibile con attivazione e con vendita abbinata del modem Wi-Fi (dal costo di 4 Euro in più a rinnovo per 48 rinnovi).

3Fiber Unlimited

In questo caso, rispetto alla proposta precedente, rimane tutto invariato tranne che le chiamate sono illimitate, sempre verso tutti fissi e mobili e senza scatto alla risposta. Il costo in questo caso è di 24,90 euro sempre ogni 4 settimane, bloccato per sempre. Anche in questo caso è incluso il modem wi-fi al costo di 4 euro da aggiungere per 48 rinnovi.

Come abbiamo scritto in apertura, ci sono offerte interessanti anche per coloro che non sono ancora raggiunti dalla fibra.

3ADSL

La proposta comprende sempre linea telefonica con chiamate verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali con scatto alla risposta di 18 centesimi di euro e connessione internet illimitate fino a 20 Mega, compresa sempre una sim Tre con 1000 minuti di chiamate verso tutti, 1000 sms e 2GB in 4G al costo di 17,90 euro ogni 4 settimane. Anche in questo caso in abbinamento incluso il modem wi-fi al costo però di 2 euro a rinnovo distribuito su 48 rinnovi. L’attivazione è gratuita.

Questa tariffa include una linea telefonica con chiamate a 0 cent/min e scatto alla risposta di 18 centesimi verso fissi e mobili nazionali ed una connessione illimitata tramite rete ADSL 20 Mega. La tariffa si completa con la SIM Tre per smartphone con 1000 minuti, 1000 SMS e 2 GB in 4G.

3ADSL ha un costo di 17,90 Euro per ogni 4 settimane. Anche in questo caso troviamo la vendita abbinata del modem Wi-Fi dal costo inferiore (2 Euro a rinnovo in più per 48 rinnovi) rispetto alle offerte 3Fiber. L’attivazione è gratuita.

3ADSL Unlimited

Come per le offerte fibra anche nel caso di ADSL, questa proposta è uguale alla precedente, in questo caso le chiamate sono completamente gratuite senza scatto alla risposta, sempre la sim Tre inclusa con le soglie viste anche nella precedente proposta al costo di 22,90 euro ogni 4 settimane.

Cosa è il PVC e come si produce

PVC

Il PVC è una delle materie plastiche più usate al mondo. La sua storia industriale comincia già nel 1936, ma la sua scoperta risale alla metà dell’800.

Cosa è il PVC

Il PVC, o meglio il polimero del Cloruro di Vinile, è una polvere bianca formata dal 57% da cloro, proveniente dal comune sale da cucina, e dal 43% da petrolio, addizionato da altre sostanze per conferire determinate caratteristiche fisiche e meccaniche, a seconda dell’uso che se ne deve fare, quindi a seconda del manufatto che si vuol ottenere. Questi additivi possono essere stabilizzanti, cioè impediscono il degradamento e l’usura termica, plastificanti, per ottenere un prodotto flessibile ed elastico, lubrificanti, per facilitare la lavorazione in alcuni macchinari e per renderli più resistenti all’aria e alla luce, o possono essere dei pigmenti, per produrre il pvc colorato.

tenda doccia in pvcApplicazioni del PVC

Innumerevoli sono i prodotti ottenuti dal PVC, e tantissimi li utilizziamo continuamente tutti i giorni. Pensiamo ai giocattoli dei nostri bambini, alle tende per la doccia, ai guanti, alle tapparelle delle finestre, o agli stessi telai. Anche la pellicola per conservare i cibi, alle tovaglie, ai palloni da spiaggia, alle bottiglie. La nostra vita è praticamente immersa nel PVC. Solo in Italia sono oltre mille le aziende che producono questa materia plastica, e nel mondo il consumo di PVC ha superato abbondantemente i 30 milioni di tonnellate. Sono numeri impressionanti, per capire quanto questa materia abbia modificato le abitudini di tutti noi.

Riciclo del PVC

Fortunatamente il PVC è un materiale riciclabile, tenendo conto della sua deteriorabilità limitata. Purtroppo il suo riciclo non ha origini tanto lontane come la sua scoperta, e l’inquinamento derivato dalla sua dispersione ha provocato danni ingenti alla natura. Ma il fatto che il PVC possa essere riciclato, significa anche un grande risparmio energetico e di sostanze inquinanti derivate dalla sua produzione.

Si calcola che con il PVC riciclato si risparmia il 92% di CO2 e che la domanda di energia primaria richiesta per il PVC riciclato è tra il 45% e il 90% in meno di quella per il PVC vergine. Il riciclo è aumentato tantissimo negli ultimi anni, e molti sono stati gli investimenti dell’industria per aumentare il livello di recupero della materia.

Aumentando il riciclo, aumenta anche i giro d’affari che ne compete, e il numero delle aziende che vi lavorano. In Italia il settore è normato e il centro istituzionale di riferimento è il Corepla, cioè il Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclaggio e il recupero degli imballaggi in plastica, con una raccolta che aumenta di anno in anno.

Scopriamo il Drone Phantom 3

Il drone Phantom 3 è uno dei migliori droni di tutti i tempi in commercio e non ha assolutamente nulla da invidiare ad altri droni del suo livello.

A prima vista, sembra ingannevolmente molto simile ad altri droni della serie Phantom, ma in realtà, la serie 3 è avanti anni luce rispetto alla precedente generazione di droni e non ha assolutamente nulla da invidiare ai suoi concorrenti.
Il motivo principale per cui il Phantom 3 gode di ottima reputazione, è la presenza di nuove prestazioni iper tecnologiche dovute principalmente ai nuovi motori e ad un nuovo sensore ottico, posto sotto il telaio; i nuovi sensori contribuiscono a stabilizzare il ronzio ad un nuovo livello di precisione sonora, rendendo così il quadrirotore più saldo, equilibrato meccanicamente e silenzioso; ciò significa che il volo ora è più consolidato e le riprese sono notevolmente migliorate grazie al sistema di stabilità di precisione.
La nuova generazione Phantom è dotata, inoltre, di sensori ottici e radiometrici, che garantiscono voli senza ostacoli e forniscono dati posizionali, tanto che il quadcopter può librarsi in un punto preciso, anche quando il GPS non è disponibile.
Ma cosa è, effettivamente un drone di ultima generazione?
Il drone Phatom 3 fa parte, appunto, della famiglia di quadcopter di ultima generazione, ciò significa che gode di caratteristiche e migliorie ottimizzate nel corso degli ultimi tempi.
In aviazione e nello spazio, un drone si riferisce ad un aeromobile senza l’ausilio di un pilota o a dei piccoli veicoli spaziali, che pian piano stanno cambiando la tecnologia delle riprese umane. Ultimamente, sempre più in voga, i droni sono piccoli dispositivi telecomandati che, inizialmente, venivano utilizzati solo durante le esercitazioni militari. Oggi, invece, hanno assunto nuove funzioni come la registrazione di video e scatti fotografici da grandi altezze e da nuove prospettive, sempre più migliorate e con tecnologie sempre più innovative.
Un Drone fantastico, da provare assolutamente.

1 miliardo di video sottotitolati su YouTube

YouTube batte il record dei video sottotitolati online

YouTube è il portale di video in streaming più famoso del web, e da anni intrattiene gli utenti di tutto il mondo portando alla ribalta nuovi volti dello spettacolo. La popolarità di YouTube deriva anche dalla sua inclusività, poiché coinvolge spettatori di ogni tipo e contesto socioculturale. Anche i non udenti possono godersi il divertimento e l’informazione di YouTube, grazie ai video sottotitolati in ben 10 lingue.

L’attenzione di YouTube per la comunità dei non udenti ha portato il sito web a infrangere un nuovo record di eccellenza: il raggiungimento di 1 miliardo di video sottotitolati automaticamente presenti sulla piattaforma. Scopriamo di più sui video sottotitolati di YouTube per capire perché sono così importanti.

L’introduzione dei sottotitoli nei video di YouTube

I sottotitoli nei video sono diventati disponibili su YouTube a partire dal 2006. Inizialmente, erano supportati solo i sottotitoli inseriti manualmente dal proprietario del video sotto forma di script. Dalla fine del 2009, però, le funzionalità di YouTube si sono ampliate, estendendosi alla sottotitolazione automatica: anche se l’utente non allega i sottotitoli al proprio video, il portale è adesso in grado di generarli automaticamente tramite tecnologie di riconoscimento vocale e trascrizione della traccia audio del filmato.

Con il tempo, la precisione dei sottotitoli automatici si è progressivamente incrementata, grazie all’utilizzo di software per l’apprendimento automatico. YouTube dichiara per la lingua inglese una percentuale d’errore irrisoria, prossima al normale errore di trascrizione umano.

Di pari passo con l’accuratezza, si è esteso anche il numero di lingue riconosciute. Al momento sono 10 in totale oltre all’inglese, ovvero il francese, il tedesco, l’italiano, lo spagnolo, il portoghese, l’olandese, il russo, il coreano e il giapponese. Il prossimo obiettivo di YouTube è migliorare la precisione di riconoscimento vocale anche per le lingue straniere.

Il traguardo del miliardo di video sottotitolati

Nel giro di soli 7 anni dal momento dell’implementazione della sottotitolazione automatica, YouTube ha già raggiunto la soglia del primo miliardo di video sottotitolati disponibili. Nell’annuncio rilasciato dalla compagnia sul proprio blog ufficiale per celebrare l’evento, YouTube ha affermato inoltre di registrare oltre 15 milioni di visualizzazione al giorno solo sui video sottotitolati. La portata della loro diffusione è quindi chiaramente trasversale.

È ben noto, infatti, che da tempo YouTube incentiva l’implementazione dei sottotitoli, favorendo i video sottotitolati nelle proprie pagine dei risultati di ricerca. I filmati con i sottotitoli sono posizionati più in alto, così da essere i notati e cliccati da più utenti, poiché rispondono meglio alle esigenze di un gruppo più vasto di persone.

L’importanza sociale dei video sottotitolati di YouTube

I sottotitoli integrati nei video di YouTube sono particolarmente importanti per i non udenti, che possono così usufruire degli stessi contenuti disponibili per i normodotati. È proprio la compagnia a sottolineare che, con oltre 360 milioni di persone affette da problemi uditivi nel mondo, secondo i dati riferiti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, è fondamentale attivarsi per rendere accessibili i contenuti multimediali a tutti. Ma la portata dei sottotitoli non si limita all’accessibilità: sono incredibilmente utili anche per aiutare nell’apprendimento delle lingue straniere.

Fonte: Video Sky

Recupero dati hard disk danneggiato

Come recuperare dati da hard disk danneggiato

Ciao! Ho sempre sentito dire che il guasto dell’Hard Disk fosse una brutta bestia, ebbeh… infatti è così! Il mio si è rotto quando mi è caduto il notebook dal tavolo.

Ha funzionato ancora per un po’, ma dopo non riuscivo più a riaccenderlo.

Ed era un vero peccato, in quanto sul notebook erano salvati dei dati molto importanti.

C’era la mia tesi di laurea, che stavo scrivendo ormai da diversi mesi anche con l’aiuto di professori e specialisti importanti, e anche altri file importanti, come un piccolo filmino che avevo realizzato da solo.

Perciò non volevo tanto farmi installare un Hard Disk completamente nuovo, quanto di recuperare i dati dal vecchio.

Quelle informazioni, infatti, erano di una vitale importanza per me e non potevo rischiarle di perderle.

Dapprima mi sono rivolto a una piccola azienda a Firenze, dove abito.

Tuttavia, i signori mi hanno spiegato che il recupero dati è un’operazione che richiede molto tempo e tanto denaro, e che non è nemmeno sicura.

Inoltre, hanno scritto che in Italia non esistono delle valide aziende che si occupano del servizio di recupero dati dagli hard disk, e che si dovrebbe spedire il mio computer in Svizzera.

 

Come recuperare dati da hard disk

 

Tornato a casa mi sono messo a cercare sul web e ho scoperto che, in realtà, in Italia ci sono diverse aziende che si occupano di recupero dati.

Le ho esaminate tutte e ho deciso di collaborare con RecuperoDati.it, in quanto è quella che mi ha subito fatto un’impressione migliore.

E la mia impressione non si è rivelata essere sbagliata. Ho, dapprima, contattato RecuperoDati.it per richiedere un primo consulto.

Ho descritto loro il mio problema e sono stati molto qualificati nel dirmi cosa fosse successo e come sarebbe stato possibile recuperare i dati dell’hard disk.

Dopo essermi consultato, ho spiegato loro dove vivo e ho richiesto un preventivo gratuito e senza impegno.

A differenza di quanto pensavo, ovvero che mi avrebbero chiesto una grande somma di denaro per il loro lavoro, il prezzo si è rivelato essere sostenibile e lontano dalle migliaia di euro che mi furono nominati precedentemente dai ragazzi del piccolo negozio di Firenze.

Ho avuto anche modo di riflette prima d’iniziare l’intera procedura di recupero dati e alla fine ho deciso comunque di continuare.

 

Un servizio di recupero dati hd davvero impeccabile

Come recuperare file da hard diskNon sapevo come spedire l’hard disk a RecuperoDati.it, anche perché non avevo la minima idea su come smontare il computer.

E, anzi, non sapevo nemmeno cosa fosse un hard disk e come fosse fatto.

Perciò mi sono affidato agli esperti dell’azienda, che lo hanno prelevato trasportandolo poi nel proprio laboratorio.

Ciò era necessario perché nel proprio laboratorio gli specialisti di Recupero Dati possiedono degli attrezzi e degli strumenti d’avanguardia, in grado di agire sull’hard disk in un modo particolare rendendo fattibile il recupero.

Dopo una prima analisi sul problema e alcune operazioni, mi hanno spedito una lista di dati recuperabili.

Fortunatamente, tra di questi vi era anche la mia tesi di laurea e il video che avevo fatto.

Questo, per me, era sufficiente per procedere coi lavori e riavere indietro i miei dati.

Come avevo previsto, le operazioni di recupero non hanno richiesto molto tempo, e tutti i dati perduti precedentemente mi sono stati spediti su un nuovo hard disk.

Alla fine, ho potuto affidarmi alla stessa azienda anche per farmi montare l’hard disk nuovo con i vecchi dati nel mio notebook e iniziare a usarlo.

Ora sto sempre molto attendo a non far cadere il mio notebook, altrimenti dovrei di nuovo aspettare e fare un nuovo recupero dati con la stessa azienda.

Ma, ecco… non mi sono pentito di aver collaborato con loro.