Le faccette dentali sono delle sottili lamine in zirconio-ceramica che servono per correggere i difetti dentali che non sono stati risolti con altre tecniche odontoiatriche.

Si tratta nello specifico di gusci che vengono applicati sui denti, sopratutto quelli anteriori dell’arcata superiore, per restituire ai denti un aspetto estetico gradevole, sia per quanto riguarda il colore che per la forma.

Le faccette dentali infatti si applicano sui denti che hanno difetti di colore, discromie della superficie dentaria permanenti, forme anomale, affollamento dentale, diastemi (spazio fra i denti), denti con un’ amelogenesi difettosa (difetto dello smalto che rende i denti opachi), denti erosi da acidi o farmaci.

Le faccette dentali sono una delle migliori tecniche di odontoiatria estetica che mirano non solo a risolvere le anomalie di denti imperfetti per dare un aspetto naturale, ma svolgono anche un ruolo di supporto odontoiatrico istantaneo, in quanto rinforzano il dente sottostante.

Le faccette dentali vengono posizionate sul dente da correggere con lo stesso procedimento delle tip per le unghie finte, quindi il dente viene prima limato e poi trattato con un’adesivo biocompatibile, che serve a fissare la sottile lamina.

E’ questo un sistema che garantisce il successo estetico più di ogni altra tecnica odontoiatrica, in quanto copre definitivamente qualsiasi difetto in una sola seduta, senza danneggiare i tessuti circostanti e con una perfetta funzionalità fin da subito.

Lo zirconio-ceramica, che è uno fra i materiali più pregiati impiegati con successo in questa tecnica, garantisce un effetto naturale, sia per la capacità della stessa ceramica di riflettere la luce, quindi dare lucentezza e sia per la robustezza dello zirconio, che assicura la durata nel tempo di queste lamine.

In alcuni casi grazie ai progressi dell’odontoiatria, riguardo alle faccette dentali, non è neppure necessario limare il dente, in quanto vengono applicate senza dover creare una superficie abrasa. Negli studi dentistici all’avanguardia le faccette vengono costruite nel laboratorio odontotecnico per assicurare la personalizzazione del lavoro, assicurando cosi al paziente un risultato davvero eccellente.

Le faccette dentali sono controindicate tuttavia nei pazienti che soffrono di bruxismo, in quanto il digrignamento dei denti agirebbe consumando le stesse lamine.

In alternativa, prima di applicarle, bisogna curare questa patologia con appositi strumenti odontoiatrici (bite).

La durata delle faccette dentali è paragonabile a quella delle normali corone dentarie o delle otturazioni, quindi si aggira intorno ai 10 anni. Questo periodo può essere prolungato con la quotidiana e corretta igiene orale e la consulenza periodica del proprio dentista di fiducia, non mancando ai consueti controlli.

Le faccette dentali sono capaci di restituire un sorriso perfetto e in buona salute, con un colore del tutto naturale e una ritrovata fiducia in se stessi.