Scegliere l’assicurazione dell’auto sembra difficile? Leggere tutte le limitazioni che ogni agenzia sottopone al proprio cliente è come cercare un ago in un pagliaio? Ti senti frastornato da tutte le notizie che ascolti e non sai da dove cominciare? Bene, allora fermati e respira. Sebbene il mondo delle assicurazioni possa apparire complicato e poco comprensibile, bisogna constatare che le tariffe cambiano a seconda di diversi fattori da tenere in considerazione, che di seguente analizzeremo con cautela.

Analisi del rapporto fra qualità e prezzo

Nonostante il costo sia un fattore molto più che importante per la scelta della tua assicurazione, bisogna proporzionare la spesa richiesta alle condizioni di copertura: sarebbe inutile, ad esempio, per un rappresentante merceologico che deve necessariamente utilizzare molto l’autovettura, avere una copertura assicurativa che limita il numero di chilometri da effettuare durante l’anno di assicurazione, poiché gli comprometterebbe sicuramente l’attività lavorativa. Presta quindi attenzione a tutti quei vincoli capillari che possono in qualche modo escludere alcune situazioni di copertura.

Coperture extra

Si tratta di una serie di opzioni che aggiungono coperture ulteriori alle classiche in caso di incidenti, che possono essere legate all’incolumità del conducente, oppure a danni a seguito di atti vandalici ecc.. Devi ben valutare la possibilità di attivarle a seconda del luogo dove vivi e di quanto realmente possano servirti nel tempo.

Massimale e franchigia

Il massimale è la cifra massima che l’assicurazione può coprire a seconda di uno dei casi che vengono registrati in caso di contratto ed è sempre specificato per ogni evenienza; la franchigia è la percentuale (opzionale) che vuoi pagare di tasca tua nel momento in cui si verifica un qualsiasi problema, a prescindere dalla quota assicurativa. Viene naturale pensare che: più grande è la percentuale di franchigia, minore sarà la spesa relativa al’assicurazione.

Clausole di rivalsa ed esclusione

Sono solitamente scritte a piè pagina ed in alcuni casi vengono utilizzati caratteri molto piccoli perché siano illustrati, ma sono abbastanza comuni: può essere attivata la clausola di esclusione della copertura assicurativa in caso di incidente se il conducente viene ritrovato con alcool o droghe nel sangue, oppure se a guidare non è l’intestatario della polizza assicurativa, o ancora se il conducente non ha indossato correttamente la cintura di sicurezza.

Prestare attenzione ai contratti

In generale, risulta molto importante prestare attenzione ai contratti di assicurazione prima di porvi una firma, cioè prima di accettarli, perché contengono fondamentali informazioni, per mezzo delle quali ci si può regolare in strada.
Per scegliere la migliore polizza assicurativa per la tua auto, devi valutare insomma il tuo stile di vita, il reale utilizzo che fai della tua auto e l’esclusività di guida della stessa, così da comprendere pienamente quale faccia al caso tuo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.