Oggi gli integratori alimentari sono ormai parte dell’alimentazione quotidiana e in commercio ne esistono di ogni tipologia, una seconda delle esigenze dei consumatori. Ma cosa sono effettivamente gli integratori alimentari? In pochi sanno rispondere di conoscere cosa contenga il prodotto che consumano più o meno regolarmente. Saperlo è importante perché, nonostante non siano curativi, gli integratori alimentari aiutano l’organismo a stare bene, alleviano disturba lievi e donano la percezione generale di benessere.

Cosa sono gli integratori alimentari

Gli integratori alimentari sono altamente concentrati di nutrienti e in generale di sostanze dai poteri nutritivi e fisiologici: possono dunque contenere sali minerali, vitamine, metaboliti, enzimi fonti, fibre, acidi grassi essenziali, fermenti lattici, aminoacidi ed estratti di origine vegetale.
Come suggerisce particolari il nome, si utilizzano per integrare un’alimentazione carente macronutrienti, in momenti come la menopausa, la gravidanza, periodi di stress eccessivo o di pratica intensa sportiva oppure semplicemente si sta adottando un’alimentazione scorretta e equilibrata.
Gli integratori alimentari possono essere assunti in forma di barrette, flaconcini, bustine, capsule o compresse e sono venduti in farmacie o parafarmacie, palestre e supermercati.Si intende dunque che possono essere assunti senza ricetta medica ma si consiglia sempre di rivolgersi a un nutrizionista per un parere competente. Inoltre è importante chiarire che gli integratori alimentari di qualità non promettono miracolose guarigioni quindi bisogna diffidare da questa tipologia di prodotti.
Un’alta cosa importante è quella di seguire i dosaggi indicati nel foglietto illustrativo: assumere infatti una dose eccessiva ad esempio di vitamina, rompe l’equilibrio della cosiddetta Densità Osmotica presente nel sangue e si rischia così di andare in Ipervitaminosi, con una serie di conseguenze sulla salute.
Per capire inoltre se un determinato integratore è di qualità, bisogna controllare il livello della biodispinibilità di un certo principio attivo e nutriente, quindi in quale forma è presente: più è alta la biodisponibilità, maggiore sarà il suo assorbimento da parte dell’organismo.

Gli integratori alimentari più utilizzati

Gli integratori alimentari maggiormente utilizzati sono quelli a base di vitamine: ad eccezione della vitamina D, tutte le altre non sono prodotte dall’organismo e quindi devono essere assunte attraverso l’alimentazione. Il fabbisogno vitaminico dipende da una serie di fattori, sesso, età, regime alimentare e stato di salute: in ogni caso è sempre importante consultare un medico per non assumere dosi eccessive e andare in ipervitaminosi, con danni soprattutto al fegato.
Gli integratori a base di sali minerali sono invece necessari quando si perdono molti liquidi, a causa del clima, dell’attività sportiva o di uno stato febbrile. Nonostante siano presenti solo nel 6% circa nell’organismo, sono fondamentali per il benessere fisico.
Diffusissimi sono poi gli integratori ricchi di probiotici, ossia quei microrganismi vivi che, una volta ingeriti, colonizzano l’intestino e si moltiplicano, riequilibrando la flora batterica. I prebiotici invece sono sostanze che pur non venendo digerite, sono utilizzate dalla flora intestinale stimolando la crescita e la funzionalità dei batteri presenti già nell’intestino.
Per il benessere intestinale sono consigliati anche gli integratori alimentari a base di fibre, carbone attivo ed estratti vegetali come ad esempio il Psillio.
Sono poi molto coloro che ricorrono agli integratori per perdere peso, spesso anche utilizzandoli come sostituto di un pasto, sempre previo parere medico.Questi prodotti migliorano il metabolismo dei lipidi e dei carboidrati, sotto controllo la fama e aiutano a perdere peso: sono tengono ricchi di Gymnema, Fucus, Glucommanano, Garcinia Cambogia.
Contro la stanchezza psicologica e fisica, si utilizzano molto gli integratori alimentari a base di ginseng, vitamina, guaranà, aminoacidi e sali minerali: nei periodi in cui si svolgono attività fisiche intense, si ricorre spesso agli integratori a base di creatina.
Si ricorre molto all’uso di integratori alimentari anche per contrastare lo stress ossidativo, per mantenersi in salute la vista, la pelle, i capelli e il sistema osseo: le donne fertili utilizzano integratori a base di isoflavoni di soia, di acido folico, di folati e di agnocastro; per quelle in menopausa invece è meglio optare per i prodotti ricchi di vitamina A e di calcio.
Un sito che di consultare, per quanto concerne consigli e recensioni su integratori alimentari e non solo, è senza dubbio tagbolab.it.