nell’ambito dei prodotti alimentari, si sa, che è preferibile acquistare un prodotto grezzo che raffinato, soprattutto quando ci si deve cimentare in cucina per preparare delle pietanze a base di riso.

C’è chi lo sceglie integrale e chi invece bianco, ma una cosa è certa ed è stata anche appurata: un cereale integrale è molto meglio di quello raffinato, perché si rivela di gran lunga più salutare: possiede molteplici proprietà benefiche, presenta una componente di fibre e lipidi nettamente superiore, garantisce una maggiore qualità nutritiva, insomma da come si può denotare di primo acchito, è meglio prediligere il riso integrale.

Ma per meglio comprendere i benefici che questo eccellente cereale possiede, vediamo quali sono le proprietà benefiche che vanta.

Il riso integrale favorisce la digeribilità

Quante volte è capitato che, dopo un pasto post-pranzo si accusa un senso di sonnolenza.

Sicuramente quasi a tutti, ma consumando il riso integrale a pranzo, questo non avviene.

Il motivo è molto semplice: non affatica lo stomaco e di conseguenza risulta altamente digeribile.

Inoltre, si rivela un ottimo alimento da integrare nelle diete perché grazie ad un alto contenuto di fibre, l’appetito si riduce stimolando automaticamente il senso di sazietà.

Valido alleato per le affezioni cardiache e tonico per il sistema riproduttivo

Grazie alla quantità di selenio presente, il rischio di poter sviluppare qualche affezione legata al cuore, oppure eventuali disturbi intestinali e artrite si riducono drasticamente.

Inoltre, secondo uno studio eseguito non molto tempo fa è stato dimostrato che grazie al consumo di alimenti che contengono questo minerale, il rischio di sviluppare alcune forme di tumore si abbassa di gran lunga.

Non da ultimo, bisogna sottolineare che la presenza di manganese nel riso integrale, apporta benefici anche al sistema riproduttivo.

Nello specifico, rilascia ormoni, produce energia e possiede ottime proprietà antiossidanti in quanto contrasta i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cutaneo precoce e di altri disturbi.

Gli altri benefici che apporta all’organismo

Essendo ricco di antiossidanti e di fibre, previene il rischio di contrarre il cancro al colon.

Naturalmente parliamo di studi che attualmente non hanno una base scientifica.

Per cui tale informazione va presa con le dovute precauzioni.

Il riso integrale è considerato altresì un ottimo alimento per le persone diabetiche perché ha la funzione di controllare i livelli di zuccheri presenti nel sangue.

In aggiunta è altamente consigliato anche per le persone in sovrappeso o per chi soffre di insufficienza renale.

Per chi ha difficoltà ad addormentarsi o soffre di insonnia, il consumo di riso integrale potrebbe essere la soluzione.

Non a caso, possiede una piccola percentuale di melatonina, pertanto l’utilizzo è consigliato anche per le persone che soffrono di insonnia.

Oltre a quelli citati, ne illustriamo altri che sono tra i più importanti:

  • rafforza il sistema immunitario perché ricco di micronutrienti;
  • non contiene glutine e può essere consumato dalle persone celiache;
  • viene consigliato per trattare la candida o per le donne in menopausa.

Riso integrale: controindicazioni

Il riso integrale non subisce il processo di raffinazione a differenza di quello bianco, pertanto una volta aperta la confezione si consiglia di consumarlo nell’arco di una settimana perché altrimenti rischia di irrancidire.

Il suo consumo deve essere moderato nei soggetti che soffrono di diarrea cronica.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.