Fare un investimento che nel giro di poco tempo possa portare ingenti profitti è il sogno di molti risparmiatori. Da qualche anno i bitcoin sono al centro dell’attenzione proprio per questo motivo: in rete si trovano testimonianze di persone che grazie a questa valuta virtuale hanno ottenuto importanti guadagni economici.

Ma davvero i bitcoin sono uno strumento sicuro e facile per aumentare le proprie entrate?

Questa moneta virtuale è un’alternativa interessante per chi vuole diversificare i propri investimenti; ma perché non sia uno spreco di denaro e di tempo, bisogna avere la pazienza di capire i meccanismi alla base della sua creazione e della sua gestione.

COSA SONO I BITCOIN

La prima cosa da sapere è che i bitcoin non esistono fisicamente: è una valuta virtuale che non prevede la stampa di banconote o il conio di monete.
I bitcoin sono stati ideati da un gruppo di programmatori conosciuti con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto, i quali hanno progettato un sistema di scambio da computer a computer utilizzando un complesso sistema di criptografia (da qui deriva l’appellativo di cripto-valuta).

UNA MONETA INDIPENDENTE

Il 2008, anno in cui il progetto bitcoin viene alla luce, fu un anno terribile dal punto di vista finanziario: il mondo economico si stava ancora riprendendo dalla crisi causata dalle speculazioni di grossi gruppi di credito e da società finanziarie.
l bitcoin nascono con l’obiettivo di essere indipendenti e non vincolati dalle azioni delle banche; il loro valore non viene stabilito da un istituto ma è il semplice risultato dell’iterazione tra domanda e offerta.
Questa loro libertà dai canonici istituti finanziari li ha resi pratici da usare in tutto il mondo, dato che non necessitano di conversioni e di sportelli per la loro gestione.

PRIMI PASSI PER GESTIRE I BITCOIN

Per poter iniziare ad accumulare bitcoin bisogna innanzitutto aprire un portafoglio virtuale detto “wallet”. Basta scaricare sul PC uno dei tanti programmi nati appositamente per questo scopo ed in pochi passi si potrà aprire un portafoglio da cui gestire le transazioni di ricezione ed invio di cripto valuta.
In alternativa esistono dei siti che mettono a disposizione dei “wallet” già pronti all’uso, basta iscriversi per poter avere accesso a questa funzione.

COME AVERE I BITCOIN

  • GENERALI
    Il primo metodo a disposizione è quello della generazione; questo processo conosciuto come “mining” richiede competenze informatiche non alla portata di tutti.
    La generazione della valuta da un computer è un processo dal tratto unico e rivoluzionario: chi possiede le attrezzature di calcolo necessario può essere in grado di produrre cripto-moneta in autonomia.
  • UTILIZZARE PIATTAFORME SUL WEB
    Chi non può permettersi l’investimento iniziale o chi non ha le competenze, si può appoggiare a delle piattaforme presenti sul web che mettono a disposizione strumenti adatti alla generazione dei bitcoin. La filosofia di questi siti è quella di condividere tra un elevatissimo numero di PC la potenza di calcolo necessaria al “mining”; ammortizzando in maniera decisa i costi delle attrezzature e semplificando tutto il lavoro informatico richiesto.
  • ACQUISTARE
    Il metodo più alla portata del investitore medio è quello di comprarli attraverso una classica transazione economica.
    I bitcoin oggi sono sempre più usati e sono in costante aumento le modalità con cui reperirli: di recente nelle grandi città sono stati installati dei bancomat dove, a fronte di un’immissione di contante è possibile ricevere della valuta virtuale da trasferire nel proprio “wallet”.
    Altre soluzione sono gli exchange, ossia dei siti dove avviene un vero e proprio scambio: molto usati per la possibilità di essere consultati anche tramite lo smartphone, sono tra le soluzioni migliori per avere bitcoin grazie alla molteplici possibilità di pagamento accettate e per l’alto livello di sicurezza delle transizioni che garantiscono.